Meditazione spirituale di domenica 7 gennaio 2018 – Battesimo di Gesù.

Aver scelto di unirci a Gesù attraverso il nostro battesimo è la sicurezza di avere con noi, sempre, il Figlio di Dio. Troppe volte il nostro battesimo viene contestato per la nostra poca fede e la poca voglia di essere amati da Gesù! Godiamo tutti di appartenere alla grande famiglia dei battezzati! Cristo, l’Unto di Dio, si è lasciato battezzare da Giovanni per dare un segno vivo di ciò che anche noi riceviamo. Ringraziamo sempre la Santissima Trinità di averci scelti per appartenere al futuro eterno che solo il battesimo può, dal cielo, darci.

Piccola meditazione Mariana

“Figli amatissimi, correte, correte via, quando il peccato vi insegue, lasciate che le strade si dividano: il peccato cammina nella strada della perdizione, voi figli, camminate nella strada del perdono! Siano benedette le vostre mamme e i vostri padri che vi hanno donato il battesimo! Siatene lieti, certi e sicuri che attraverso il battesimo di mio Figlio sarete salvi per l’eternità!”.

Buongiorno, amici, ringraziamo i nostri familiari, i nostri padrini e madrine di battesimo! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il battezzato”di Dio. Amen.

Meditazione spirituale di sabato 6 gennaio 2018 – Epifania del Signore

Ma come si fa a dire che la nostra religione è solamente una storia di 2018 anni fa? La storia che spesso ci viene raccontata se non viene scritta da un cuore puro arriva distorta nel mondo. Cristo è nato e le testimonianze della sua nascita ne sono tante, soprattutto quella dei Martiri. I segni che ha lasciato sono segni d’amore segni che scavano le profondità del cuore. Tutti abbiamo bisogno della sua storia delle sue parole; gli stessi Magi venuti dall’Oriente riconoscono che in quel bambinello c’è la divinità di Dio e lo adorano offrendo oro, incenso e mirra. Riflettiamo sui doni dei magi: l’oro come regalità, incenso e mirra divinità e resurrezione. Come Erode, che voleva la morte del bambino, anche oggi nel mondo, e forse anche nelle nostre famiglie, ci sono degli erodiani che cercano di soffocare il vagito del Figlio di Dio. In noi c’è quel Gesù nato da Maria Vergine e che ha lasciato scritto nel libro della chiesa il dovere e le regole per appartenere a Lui. Se non abbiamo questo significa che non lo abbiamo ancora accolto. Non lasciamoci confondere da quest’epoca dove il bene passa per male e il male per bene.

Piccolo pensiero Mariano

“Figli miei trascurate ogni cosa e prostratevi dinanzi a mio Figlio. Adoratelo, riconoscete in mio Figlio il salvatore del mondo. Gustate questo giorno in cui la Chiesa ricorda l’evento e siate come i Magi sottomessi a mio Figlio per una futura libertà”.

Buongiorno, amici, diventiamo generosi verso il Bambin Gesù. Chiunque ha un presepe si prosti dinanzi al bambinello e lo baci e offra il proprio cuore. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, la paglia dov’è poggiato il Figlio di Dio. Amen.

Ringrazio voi tutti per la vicinanza del mio compleanno e il ricordo della morte di mia madre Giovina Elisa Piroli morta il 6 gennaio.

Meditazione spirituale di lunedì primo gennaio 2018 – Maria Santissima Madre di Dio

Santifichiamo la nostra vita gustando le parole Sante di Dio! Oggi inizia un anno, un anno nuovo, e va accolto come un bambino. Prepariamo i suoi nuovi giorni con la preghiera e affidiamoci al creatore Dio Padre. Nessuno sa come proseguiranno i suoi giorni; sia che siano tristi o belli rimarrà sempre volontà di Dio. A noi che siamo anche figli di Maria, non potrà mancare la Sua protezione. Lei ci guiderà a trovare chi assumerà per noi le responsabilità più grandi di noi. Sarà un anno di giustizia? Sarà un anno di verità? Solo Dio lo sa. Chi cerca la luce la troverà nell’umiltà.

Piccolo pensiero Mariano.

“Figli amatissimi non vi aspettate nulla dall’uomo, è Dio, mio Figlio, che sa far fare il bene. Cercate nella semplicità il guadagno del Cielo. Chi non perde, non potrà vincere”.

Buongiorno amici, auguri di vero cuore per un 2018 fatto di vera conversione. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi “il calendario” di Dio. Amen.

 
Per chi è impedito ad andare a messa alle ore 10:15 è possibile seguirla attraverso streaming,

sito: www.lalucechecercavi.net

 – celebrata dalla parrocchia di “San Lorenzo Martire” in Santa Maria Oliveto – Isernia.

Meditazione spirituale di lunedi 25 dicembre 2017- Natale di nostro Signore Gesù Cristo.

Oggi nel mondo è scesa una luce nuova, il figlio di Dio si è fatto carne per trasformare il buio in luce. Oggi nel mondo si è rivelato Dio stesso affinché ogni uomo possa capire la grandezza del suo Regno. Chi sa riconoscerlo potrà toccare la sua Grazia, e il giusto non perirà mai. Inginocchiamoci dinanzi al presepe e adoriamo il Bambinello, il Figlio di Dio. Se non tutti gli uomini riescono ad amarlo, ad adorarlo, è solo perché la luce dei loro cuore non porta speranza. Noi tutti rallegriamoci in Gesù Bambino, luce vera del mondo!

Piccola meditazione Mariana.

“Figli miei amatissimi, Oggi anche io, come voi, posso abbracciare il Figlio di Dio! Chiunque accoglie mio Figlio lo può abbracciare come lo faccio io. Mio Figlio è colui che guiderà tutti verso la potenza dell’altissimo. Adoratelo come io lo adoro, amatelo come io lo amo, difendetelo come io lo difendo: come noi vi difendiamo dal maligno”.

Auguri, amici, auguri di ogni bene, possiate sentire l’amore di Gesù Bambino come lo sento io! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il meravigliato di Dio, davanti al presepe”. Amen.

Meditazione spirituale del 24 dicembre 2017 – Quarta Domenica d’Avvento – Vigilia del Santo Natale

Trascorriamo questa vigilia del Santo Natale in maniera semplice, come lo è la Grotta di Betlemme. Trascorriamo questa giornata pensando alla venuta del Figlio di Dio in mezzo agli uomini. Non diventiamo persecutori del Bambinello come lo fu Erode, che cercava di ammazzarlo. Chi di noi può fare qualcosa di bello lo faccia, magari attraverso un sorriso, una stretta di mano e un augurio di pace. Il Natale non è mettere mani al portafoglio, ma è mettere il proprio cuore nel cuore di Gesù Bambino che sta per nascere. Impariamo il linguaggio del cielo, della parola di Dio e saremo presenti tutti ad adorare Gesù Bambino nella Santa Grotta. Rassereniamoci perché il tempo è vicino.

Piccolo pensiero Mariano

“Ascoltate figli, la ragione per cui mio Figlio si fa carne è per liberarvi dalla pena dell’inferno. Chiunque si avvicina alla gioia di peccare costruisce il suo Inferno. Mio Figlio Gesù si fa uomo per portarci la gloria del Cielo, chi non vuole accoglierlo, già sa cosa può aspettarlo. Ritroviamoci tutti, con me, vicino alla Grotta, dove Lui stesso scenderà dal cielo per portare luce all’umanità che soffre per i molteplici peccati che compie. E questa è la vera gioia, il vero linguaggio d’amore: sapere attendere con pazienza le grazie del Cielo che non tarderanno ad arrivare”.

Buongiorno amici a tutti buona domenica, siate generosi! Non mancate alla Messa domenicale! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi “la lanterna del pastorello del presepe” di Dio. Amen.

Meditazione spirituale della Terza Domenica d’Avvento 17 dicembre 2017

Il Salmo recita: “Gustate e vedete quanto è buono il Signore”. Per gustare il Signore è necessario conoscerlo, vivere di Lui e apprezzarlo, soprattutto avere fiducia in Lui e nella Sua parola. Lui verrà e non tarderà, stiamone ben certi. La sua venuta sulla terra è per riscattare tutta l’umanità dal peccato, dai tanti peccati che l’uomo malvagio continua a fare e crede di poter continuare a fare. Viviamo l’attesa non nel lusso, non nello spendere, non nel fare a gara a chi compra più doni o cose costose, ma come grotta che nella notte di Natale, umile e fredda, accoglie il suo grande Amore. Questo è il vero Natale: vivere nella sobrietà vicino alla grotta, insieme a Gesù, Giuseppe e Maria.

Piccola meditazione Mariana.

“Figli amatissimi, ormai manca poco alla nascita di mio Figlio, il Redentore. Trovate il tempo per preparare una culla d’amore nei vostri cuori, Lui verrà per tutti: siate generosi, siate audaci, siate confortevoli, siate caritatevoli. Mio Figlio nasce dove trova amore. Non private mai il bene a chi ne ha bisogno”.
Buona domenica a tutti amici! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi “che attende vicino alla grotta di Betlemme” di Dio. Amen.

Vi ricordo che questa sera ci sarà l’adorazione eucaristica a partire dalle ore 17:30 sito www.lalucechecercavi.it

 

oppure www.lalucechecercavi.net

 

Meditazione spirituale della seconda domenica di Avvento -10 dicembre 2017

Gridate a tutti la salvezza di Dio! Non abbiate paura di manifestare la vostra gioia per il Signore Dio misericordioso che ci ha creato, che ha dato ad ognuno la vita. Partecipate con fede al mistero di Dio attraverso la venuta del Figlio. Ognuno cerchi di vedere nell’altro quel Bambinello che dovrà occupare il posto nel nostro cuore; è lì che è libero e ci porterà a vita nuova, a vita sana. Il regno di Dio è per tutte le persone miti, per tutti i bisognosi, per chi riconosce Gesù come unica salvezza: nostra e dell’umanità! Chi non partecipa a questo evento ha da camminare molto, chi rifiuta già è fuori dalla salvezza.

Piccola meditazione Mariana

“Chi ama il mio cuore, dice Maria, ama il cuore di ognuno; chi si affida al mio cuore non ha timore del male. La venuta di mio Figlio, dice Maria, è uno sconvolgimento per l’umanità, ma questa continua a camminare pensando e credendo che il mondo è fatto solo di materia. Vivete questa attesa della nascita di mio Figlio in meditazione e riflessione. State ben certi che lui verrà: verrà per i buoni, verrà per i miti, verrà per tutti, anche per quelli che non credono, non amano, non sperano”!

Buongiorno amici, la Misericordia del presepe sta nel vedere Gesù Bambino che occupa il primo posto nei nostri cuori! Benedico voi tutti di famiglia, amici e conoscenti: nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, amen.

Diacono don Emilio Cioffi, “Il pastorello” di Dio. Amen.

Meditazione della Prima Domenica d’Avvento – 3 dicembre 2017

Lasciamo di fare qualsiasi cosa e prepariamoci ad accogliere il figlio di Dio nei nostri cuori. Preparare la culla nel proprio cuore significa spazzare via da esso tutto ciò che vi alberga di peccato. Non rattristatevi ma gioite perché il figlio di Dio sta per venire! Sì, prepariamoci con la preghiera e le opere belle; gli sprechi non preparano la venuta di Gesù, ma preparano a far entrare nel cuore il demone del consumismo, che contrasta con un natale da vivere nella povertà di spirito.

Piccola meditazione Mariana.

“Figli del mio cuore, non siate misteriosi con le cose semplici, chi accoglie uno che è in difficoltà, accoglie mio Figlio Gesù! Prepariamoci ad accogliere il ritorno di mio Figlio nella culla del presepe; in essa, nella culla, troverete le risposte del mistero della vita. Non abbiate paura di fissare quella culla, oggi vuota, domani piena di gloria di Dio”!

Buongiorno, amici, buona domenica d’Avvento a tutti! Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo, amen.

Diacono don Emilio Cioffi, “l’accendi candela” di Dio. Amen.  Vi ricordo l’adorazione eucaristica di questa sera alle ore 18:00

Meditazione della XXXIV domenica del Tempo Ordinario: solennità di nostro Signore Gesù Cristo, Re dell’Universo – 26 novembre 2017

Oggi, in modo particolare, meditiamo attentamente la parola di Dio. Nella parola di questo giorno Cristo ci porta a comprendere che molti non hanno pietà del povero, del misero, del diseredato, ma ciò che non fanno questi, lo fanno quelli che amano Gesù, Nostro Re, usando pietà verso i fratelli. Perciò ognuno erediterà il luogo che ha scelto in base alle sue azioni; è come dire “ho scelto di vivere sui carboni ardenti”, “ho scelto di vivere in un prato, dove “latte e miele” non mancheranno mai!”. Amici, insieme si cresce, si porta amore!

Piccola meditazione Mariana.

“Figli, siate carità, mio figlio è il Re che distribuisce i suoi Doni all’umanità. Tutto ha un limite, non esagerate nel male, ma vivete completamente nel bene! Il cuore si riempie di gioia se gioia date, si riempie di rabbia se rabbia producete! La Carità vi renderà sudditi di mio Figlio, Re del bene”.

Buongiorno, amici, oggi non mancate a messa, andateci con la gioia nel cuore! Vi benedico.

Diacono Don Emilio Cioffi, lo “sgabello dei piedi” di Dio. Amen.

Meditazione spirituale della XXIX domenica del Tempo Ordinario – 22 ottobre 2017

Allacciate la vostra vita alla vita di Gesù. Tutto quello che passate voi lo ha passato prima di voi il Cristo, il Figlio del Dio vivente: maltrattato e condannato. Ogni passo che fate è un passo insieme a Gesù, percorso prima da Lui, da Gesù. Non affliggetevi, se in alcuni momenti percorrete la stessa persecuzione di Gesù, alla fine Lui ha vinto! Siate giusti con i giusti, caritatevoli con gli ingiusti, e la vostra vita sarà diversa da chi non fa e non mette in pratica la parola di Dio!

Piccola meditazione Mariana.
Figli miei, figli amatissimi, figli della passione di Cristo mio Figlio, il peccato fa gola a molti perché sa di sapore terreno ed è più facile assaporare la terra che il cielo. Vi assicuro però che il cielo ha un sapore non misurabile e chi lo assaggia non ha voglia di amare la corruzione della terra! Siate figli e non fate piangere le vostre madri, perché Dio conta tutte le lacrime delle mamme! Un giorno, dico un giorno, ripeto un giorno, Tutto finirà, ci sarà una separazione: i figli della luce nella luce, i figli delle tenebre nelle tenebre!

Buongiorno, amici, mettiamo in pratica ciò che leggiamo! Vi benedico diacono.

Diacon don Emilio Cioffi, il “colui che non si stancherà mai di cercare Dio”, di Dio. Amen