Pensiero del mattino di mercoledi 7 febbraio 2018.

Essere sinceri non è da tutti.
La sincerità ha un volto che brilla anche se sbaglia, perché chi è sincero si propone così com’è. La persona sincera non scappa, ma si confronta senza lasciare dubbi di sé. Chi incontra una persona sincera sicuramente è fortunato, perché non sarà mai tradito. È ovvio che il sincero può avere anche i suoi difetti, ma questo nulla toglie alla sua sincerità. La sincerità ha sempre da insegnare qualcosa di nuovo. La persona sincera ama incondizionatamente senza riserve ed è spontanea. Proviamo anche noi ad esserlo! Si, amici, se non lo siamo chiediamo al Signore di farci dono di questa grande dote! Riappacifichiamoci col nostro prossimo, la sincerità inizia col perdono! Buongiorno a voi tutti, creature belle di Dio! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il cerco l’essenziale” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 6 febbraio 2018.

Tiriamo le somme…

Valutiamo bene se quello che stiamo facendo vale la pena continuare a farlo… A volte è necessario anche abbandonare per non cadere in spese senza rientro. Quando si capisce che qualcosa non va bisogna troncare subito; tirarla per le lunghe può creare vortici che possono trascinare nel disastro, non solo l’economia, ma anche salute e affetti. Vale la pena continuare? Proprio no, perciò a volte non basta solo crederci, ma bisogna anche essere obiettivi. I danni che possono provocare gli affari sbagliati non si riparano più, se non presi per tempo. Mai sentirsi falliti del proprio lavoro, ma scopriamoci strateghi per non perdere tutto! Ogni cosa va salvaguardata, perché è prezioso specialmente quello che si è fatto con sacrificio. Non vanno dimenticate quelle persone che come noi, fanno tantissime rinunce per evitare fallimenti o crack economici; perciò prima che possano affossarci affari sbagliati, il consiglio è di prendere provvedimenti, anche se ci perdiamo qualcosa. Dio ci mette in guardia dal facile guadagno! Buongiorno amici del mattino, vi auguro molta fede! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il realistico” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 5 febbraio 2018.

Messi alla prova….

Se non si è sicuri di una persona alla quale vorremmo dare la nostra fiducia, per conoscerla meglio basta fargli capire ciò che crediamo e pensiamo di lei, e lì se la persona è sincera continuerà l’amicizia altrimenti, messa alla prova, prenderà altre strade. L’ ingratitudine non può essere un freno a fare del bene. Impariamo ad essere più chiari con i nostri interlocutori! A volte ciò che può sconvolgerci può recare beneficio nella crescita spirituale di ognuno. La fiducia, per chi ha un ruolo, va data, prove comprese. Ringraziamo il buon Dio se nel nostro cammino incontriamo persone che spronano, l’importante è rispettare le scelte di ognuno. Ora è il “nostro tempo” non sprechiamolo tenendolo muto e inattivo, ma lavoriamo per non cadere nella “botola” della delusione. Tutti siamo stati chiamati a vivere nella giusta libertà. Buongiorno a voi tutti, creature belle della terra! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi “il fango creato da Dio” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino del 3 febbraio 2018 – San Biagio Vescovo.

Sei contento? 

La nostra curiosità a volte non riesce a trovare soddisfazione e, per evitare di essere esclusi, trasformiamo il poco che sappiamo in una bufala di stupidaggini. Perché dobbiamo interessarci dei fatti personali degli altri? Troviamo tempo per ogni tipo di “chiacchiere” ma non per pregare, sprechiamo tempo di casa in casa, ma mai una visita in Chiesa. Quando pensiamo di smetterla di essere pietra d’inciampo al nostro prossimo? C’è da dire che a volte è necessario richiamare chi sbaglia, ma evitando di innalzarsi a giudici. Le giuste osservazioni non disturbano le persone oneste, al contrario, chi é in malafede non accetta rimproveri. Tante sono le cose che non vanno, elencarle sarebbero troppo. Purtroppo queste anime turbolente sanno solo come danneggiare la società. È tempo di impegnarci di più nella serietà, nel rispettare e realizzare cose buone per portare beneficio al luogo dove viviamo. Scriviamo un cartello con una semplice frase che dice: “IN QUESTO LUOGO È VIETATO ESSERE CATTIVO. ” Buona giornata a tutti amici, sforziamoci di rendere migliore questa società! Vi benedico.

diacono Don Emilio Cioffi, il “cartellone pubblicitario” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 2 febbraio 2018 – Presentazione di Gesù al Tempio.

Guardati…

Da come ci vestiamo così verremo valutati, si, perché questo tempo è il tempo dell’apparenza, dall’essere eleganti e professionisti del trasformismo, come “giocolieri della propria vita” …e della vita altrui, bravi a celare ogni difetto. Tutto questo può sembrarci normale ma non è così. Ciò che siamo è dentro di ognuno, basta cercarsi con più introspezione e scopriremo chi realmente siamo. Non dev’essere un trauma se non siamo come chi vorremmo essere, Dio non ha usato la clonazione, ma ha soffiato in ognuno il soffio della sua passione d’amore per ciascuno. Perciò smettiamo di credere che nasconderci dentro a dei costosissimi vestiti ci dia maggior valore! “Vestire firmato” non appartiene all’umile che riesce, anche con il vestito e le scarpe del mercato, a sorprendere sempre tutti, attraverso linee pulite ed essenziali. Buona giornata a voi che vi ricordate di andare a prendere la candela della candelora, in chiesa! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “fortunato” di Dio. Amen

Pensiero del mattino di giovedi 1 febbraio 2018

 Un po’ di gratitudine…

Perché ci dimentichiamo di persone che ci hanno fatto del bene, senza pretendere nulla se non un po’ d’affetto? Perché abbandonare chi ci ha dato affetto, sicurezza e tutta la loro disponibilità, magari sacrificando anche il loro stesso tempo per curare la nostra persona? Perché fare finta che queste persone non esistono più? Che grande mancanza facciamo a chi privandosi di tutto, per farci fare una vita dignitosa, ha cercato di indirizzarci sulla giusta via. Perché voler distruggere, annientare e dimenticare chi ha garantito per noi? Da quale civiltà proveniamo, dalla cultura dell’indifferenza? C’è proprio da pensare che nulla può sostituire la buona educazione nobile e signorile, semplice e leale, perché chi l’ha recepita la saprà ridare, chi invece ha pensato solo a sfruttare vuole solo! Amici sleali ricordiamoci che mai e poi mai dovrà essere dimenticato chi si è privato di molte cose per amore! Buona giornata fratelli in Cristo. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “senza tetto”, di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledi 31 gennaio 2018

A cosa può servire lamentarsi con persone che neanche ti vedono? Perché continuare a sperare in persone che vivono del proprio egoismo e lasciarci condizionare dal loro giudizio? Amici, fin quando non stabiliamo che “io sono stato così creato da Dio”, avremo sempre sofferenze, silenziose, interiori che riescono a spegnerci lentamente. Diamo più spazio a noi stessi e lasciamo che gli altri credano ciò che vogliono credere di noi, l’importante che si agisce in coscienza retta. Riportiamo un equilibrio personale per non essere additati come persone squilibrate. Tutto dipende da come vogliamo vivere dove viviamo. Buongiorno, amici, una bella Ave Maria ci avvicina a Dio! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il commesso allegro” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino 30 gennaio 2018

Diamo un’altra postura al nostro corpo.

A volte è necessario correggere il nostro muoverci perché potrebbe essere motivo di antipatia. Essere come un “bisonte” potrebbe creare insoddisfazioni per chi vive accanto a noi. Evitiamo sguaiataggini con la voce, e quando facciamo una discussione evitiamo di trasformarci; l’esempio che diamo quello raccogliamo! Il nostro corpo produce un linguaggio che si trasforma in atteggiamenti belli, se ci si muove correttamente; brutti, se lo usiamo come armeria. Questo pensiero è rivolto sopratutto a chi usa: le mani per avere ragione, i piedi per scalciare, la bocca per intimorire, il cervello per calcolare, il cuore per odiare, la vista per cacciare la povera vittima!!! Ora, se in tutto questo ci rivediamo, correggiamoci, prima che le persone per bene, possano stancarsi di questo vile atteggiamento. Vivere in pace non costa molto. Se poi pace non hai unisciti a noi, ci sforzeremo insieme a te. Buongiorno a voi tutti, creature di buona volontà. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “mi sforzo di essere umile per amore”di Dio. Amen.

 

 

 
 

Pensiero del mattino di lunedi 29 gennaio

La colpa…

Tutti abbiamo il diritto di esprimere la nostra opinione: esprimerci senza esagerare. Non è facile liberarsi dei propri pensieri senza che si venga giudicati. Purtroppo viviamo in una foresta, bella a vedersi, ma piena di tanti animali pericolosi, sempre pronti a soffocare la libertà altrui. Di chi è la colpa di tutta la violenza che subiamo se non nostra, specialmente quando ci lasciamo condizionare dal giudizio degli altri! Un consiglio semplice: mai chiedere pareri su una cosa in cui crediamo fermamente; a volte scatta una gelosia che viene usata esprimendo pareri che bloccano in “quattro e quattr’otto” il nostro progetto. Ora senza dire niente a nessuno di quello che vogliamo realizzare, facciamolo senza esitare e sicuramente ne saremo soddisfatti: Dio ci aiuterà! Grazie moltissimo e buona giornata! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il ferro da stiro” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino del mattino 26 gennaio 2018

La volontà…

Cos’è che ci blocca dal compiere il bene velocemente, senza burocrazie che rallentano le soluzioni? Perché quando dobbiamo compiere ciò che in realtà è un dovere dobbiamo pensarci sopra e far penare la persona che deve essere aiutata? A scopo di cosa noi non possiamo essere più brevi a realizzare le tante richieste che arrivano negli uffici pubblici, alle accettazioni, alle prenotazioni, ecc.?E poi però pretendiamo velocemente da Dio, dalla Madonna da Gesù, le molteplici grazie che chiediamo, dimenticando che noi non ne facciamo a nessuno!! è proprio un paradosso non sembra? Quindi cos’è che ci blocca dal compiere il bene? Forse la paura di perdere potere? Viene da pensare che ci viene restituito con la stessa lentezza con cui abbiamo dato! Amici, bisogna essere più veloci perché il tempo passa e ci consuma, invecchiandoci silenziosamente. Buona giornata di minori burocrazie! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il treno veloce” di Dio. Amen.