Pensiero del mattino di mercoledi 11 aprile 2018

La carità farla? Ci siamo mai chiesti quanto bene facciamo? Tutto parte dal cuore. C’è chi lo usa per amare e donare e chi invece lo usa per rubare e vendicarsi. Come possiamo essere benedetti da Dio se ci chiudiamo a compiere del bene? La distinzione tra la carità e l’offerta è che la carità intenerisce il cuore e non si trattiene a donarsi; l’offerta corrisponde alla rinuncia a qualcosa di nostro per collaborare nelle iniziative singole o collettive. Perciò amici, se passa il cestino nella Chiesa è perché ci sono tante iniziative a sostegno di poveri e indigenti e non cerchiamo solo la monetina avanzata o antipatica, da liberarsene, ma, di tanto in tanto, valorizziamo ciò che veramente possiamo dare. Investiamo la nostra vita anche nel donare e fare carità, Dio promette che i nostri tesori ce li farà trovare triplicati sia in terra che un giorno in cielo. Buona giornata a tutti voi che sapete come si agisce nella carità. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il piccolo samaritano” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledì 4 aprile 2018

Se siamo stanchi di ricevere immagini e messaggi di persone che, attraverso whatsapp o Facebook, scrivono cose che non interessano alla nostra vita, basta scegliere di chiudere il contatto, cosa semplice e indolore! Amici, vivere nella falsità non gratifica nessuno; è necessario essere veritieri e sinceri, specialmente nel rispetto di chi crede in noi! Cerchiamo di trovare, in quello che riceviamo, qualcosa di positivo. Lo Spirito Santo, a volte può rivelarsi a noi, anche con piccoli pensieri quotidiani: lo Spirito nessuno può dire dove soffia! Perciò anche se alcuni di noi fingono di leggerli, altri, leggendoli approfittano per crescere spiritualmente in Dio. Proviamo a trovare un po’ di tempo per leggere cose sane e salutari prima di spegnere la luce, questa sera. Buona lettura di giornata. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, lo “scrivo ciò che sento” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedì 20 febbraio 2018 –

Settimo giorno di quaresima.

Stravolgiamo la nostra vita con conoscenze nuove, impariamo a vivere meglio il nostro cristianesimo o la nostra superficialità ci porterà verso il niente! Il potere del Cristiano non sono i soldi, ma la forza di sconfiggere il male attraverso il nome di Gesù! Diffidiamo da quelli che dicono che satana non esiste, che le maledizioni sono solo chiacchiere… questa gente non sa quanto è forte il tentatore! Riflettiamo un attimo: se non fosse vero, che senso avrebbe la venuta di Gesù sulla terra …se non ad indicarci le armi da usare per sconfiggere ciò che molti non vogliono che si creda! Per tante persone la domenica è giorno di svago, di divertimento, di riposo, dedicato alle compere: ottimo, va benissimo, ma se la santificassimo con la Santa Messa sicuramente vivremmo con più serenità! La serenità è di tutti, ricchi e poveri. Dio la mette a disposizione di chi lo riconosce e riconosce suo figlio Gesù. Si, amici, diffidiamo della gente che parla male della Chiesa, di Gesù Cristo e dei suoi amici, non vogliono salvarsi e non vogliono farci salvare, perché nostri tentatori. Viviamo sempre nel silenzio della preghiera e preghiamo per la loro conversione. Buona caccia a fare del bene. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il solitario” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino 27 gennaio 2018 – Unità dei Cristiani

Lasciamo perdere.

Quando il mondo sembra ostile e tutto ti rema contro, allora la verità, che è come la luce, si fa strada da sola, e ciò che è falso diventa una scure per chi crede di essere giudice o per chi, con un “click”, vota “mi piace” per condannare! Dico ai faciloni: frenate il vostro istinto del “facile giudizio” e non lasciamoci condizionare da certi visi d’angelo che celano il lupo sotto le mentite spoglie! Creature deviate che vivono forti disordini, materiali e morali, che cercano di trasferire sulle loro vittime. Facile “cavalcare l’onda” di accuse che trovano facilissimi consensi, attirare l’attenzione e cercare di distruggere persone che vivono nella loro riservatezza, e che lavorano nella luce e per la Luce! Senza Dio, senza dignità, senza moralità… cosa possiamo aspettarci?! “Ricordati uomo che sei polvere e polvere tornerai!!! Convertiti e credi al Vangelo!” poi d’altronde, com’è prevedibile, la Verità sarà lei a cercarti; non serve agitare “tribunali di tribù facebookiane. Tutto ha un limite, esiste un tipo di martirio silenzioso, di chi ha la coscienza pulita e a posto, che aspetta chi può veramente giudicare il vero dal falso. Buona giornata di preghiera per l’unità dei cristiani. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “l’imbavagliato” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedì 8 maggio.

Ci vuole equilibrio…

Rendiamo tranquillità per non sembrare quello che non siamo. Se siamo buoni, gentili e umili, non deve pesarci… anche se in questa società viene quasi penalizzato chi usa il buon senso! Per non sbagliare chiediamoci se quello che facciamo o quello che rispondiamo, fa piacere a Gesù o al demonio; da questa breve analisi è facile capire su che linea stiamo. È tempo di equilibrio e non di squilibrati! il mondo ha bisogno di noi che vogliamo la gioia, la costanza e l’equilibrio mentale. Dio è stanco di vederci tutti nemici. Sforziamoci a fare del bene a tutti, tirarsi indietro non ci rende forti, ma persone debole che pensano solo come fare a stare bene, i cosiddetti: “canazzi ”
Buongiorno, amici, facciamoci del bene facendo del bene sempre farlo bene… sempre! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “ci provo sempre di Dio”. Amen.

Meditazione della quinta domenica del tempo ordinario 5 febbraio 2017

Guardate in alto, è da lì che nasce il bene ogni cosa nasce dal cielo. Guardate il cielo per amare, guardate il cielo per poter perdonare, guardate il cielo per poter andare avanti, dal cielo nasce la vita, tutto dipende da Dio, il male non potrà mai essere giustificato: chi compie il male guarda la terra. Chi vuole compie il bene, alza il capo verso il cielo. Per fare del bene bisogna invocarlo dal cielo! Sarà duro quando ogni uomo si accorgerà del male che ha compiuto. Lasciate che il cielo possa far piovere nei nostri cuori il perdono, l’Amore, la Carità, l’Unione, impariamo ad ascoltare: è dal cielo che tutto proviene. Gloria al Padre,Gloria Figlio, Gloria allo Spirito Santo.

Piccolo pensiero mariano.

“Figlio allarga il tuo cuore e cerca il bene! non farci entrare il male perché nel cuore ci alloggia lo Spirito Santo, e ogni volta che un male viene compiuto, si rinnova la crocifissione di mio figlio, e la sofferenza della crocifissione ritorna più dolorosa. Molti avranno timore e paura per questo mondo, che ha portato via la verità, che ha voluto allontanare la Passione di mio FIglio, guardatevi l’un l’altro e amatevi. Oggi nella vostra bocca ci sia questa semplice parola: “Amen, Gesù mio, Amen!”
Buongiorno a te che credi di avere sempre ragione! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi,  “l’usa e getta di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di sabato 14 gennaio 2017

nuvolaVogliamoci bene.

Il più bel dono che Dio ci ha fatto è quello di voler bene a tutti senza riserva. Chi ama non conosce il rancore, l’odio… doniamoci giorni felici e serene giornate: se c’è amore tutto si può fare. Non raccogliamo provocazioni e non lasciamoci imbrogliare da quelli che cercano di farci credere che sono i migliori. Ringraziamo sempre il nostro Signore Gesù Cristo che ci ha liberati dalla tirannia del maligno. Usiamo tutti i mezzi per non cadere nel vittimismo, atto a farci credere che siamo noi la causa dei guai altrui. Uscendo di casa non portiamoci appresso la superbia che ci fa scannare con il mondo intero, ma armiamoci di tantissima pazienza ed umiltà, che ci fanno vivere sicuramente più di cento anni!
Buongiorno Amici generosi. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi,  il “carrettino di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di Lunedì 17 Ottobre 2016

14725546_10piantaL’amore si trasforma in tante maniere. A volte diventa anche cattivo, ma appena viene tolta la crosticina subito sgorga l’amore divino. Chi ha nel cuore l’amore tutto supera, perché il dono dell’amore è la sopportazione. Ecco perché a volte succedono le incomprensioni, perché il linguaggio dell’amore non tutti lo conoscono. Impariamo a gestire gli impulsi negativi come: gridare, impiegare il nostro tempo in offese, sparlare, rubare, tradire, ed essere pieni di vizi. Queste cose non possono essere amore. Ora, se non vogliamo essere noiosi,  lasciamo perdere di litigare con l’amore. Buongiorno, amici, la vita non ha vincitori, ma solo grandi illusioni. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “l’uomo di poca fiducia di Dio”. Amen.

Meditazione della XXIX Domenica del Tempo Ordinario   16 Ottobre 2016

Sole.Farsi da parte non significa non farsi valere, ma dare spazio agli altri. La nostra partecipazione al mistero di Dio sta nel sentirsi  inutile anche dopo lunga fatica e dopo aver dato tanto. Farsi da parte lascia spazio a chi potrebbe fare di meglio. Non sentiamoci distrutti da ciò, ma diamo dimostrazione di umiltà. Mettersi da parte ci valorizza di più, non crea rottura con nessuno e porta giustizia dove non si capisce.. Fidiamoci su ciò che dispone il nostro Dio su ciascuno di noi.

Piccolo pensiero mariano.

“Figli amatissimi, guardatevi dal praticare vizi che fanno fuggire la Grazia. Figli, il mondo non ha nulla che possa dare speranza, visto che la distrugge. Siate veri, giusti e santi. In questo, mio Figlio si rivela a voi che amate la pace. Donatevi a me, figli, per non essere divorati dall’orgoglio diabolico”. Buongiorno e buona domenica, e organizzatevi per andare a messa. Vi benedico.

Diacono don EmilioCioffi, “il ramoscello d’ulivo di Dio”. Amen.