Meditazione spirituale della Sesta Domenica del Tempo Ordinario – 11 febbraio 2018 – Madonna di Lourdes

Conosciamo la verità sulla nostra fede? Siamo certi di aver capito il messaggio del Vangelo? Ogni giorno, ogni attimo ci viene proposta la Sacra Scrittura con letture ed esempi. Promettiamo e concediamo ad essa di entrare a far parte della nostra vita quotidiana, risvegliamo l’ardore della preghiera, l’ardore di pronunciare semplici parole che possano toccare il cuore amorevole di Gesù e di Maria! Rivolgiamoci sempre con sottomissione e con la speranza di avere, attraverso la preghiera, un futuro più dignitoso: chi non prega non spera! Anche la nostra malattia può essere una preghiera: se offriamo col cuore il nostro disagio fisico e spirituale, Dio ne terrà conto sia per un sollievo nel cammino terreno, sia per un futuro sicuro in cielo.

Piccola meditazione Mariana.

“Figli miei, rivelate al mondo l’amore di mio Figlio, che vi è stato donato, non trattenetelo, ma offritelo a chiunque incontrerete! Non confondetevi nella massa, ma siate esempi di amore, di pace, di perdono, mio Figlio Gesù vi ama tutti! Attraverso di me voi siete figli dello stesso amore, perciò lasciatevi condurre dallo spirito e ascoltate la voce della vostra coscienza che viene da Dio!”

Chi prega spera, chi non prega non può sperare e cerca di allontanare anche chi prega. Buongiorno, amici che sapete soffrire in silenzio! Vi benedico.

diacono Don Emilio Cioffi, il “Cicatrene” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino di sabato 10 febbraio 2018 Successivo Pensiero del mattino di lunedi 12 febbraio 2018

Lascia un commento


*