Pensiero del mattino di giovedi 7 giugno 2018

La fiducia …
Dare fiducia al cento per cento non sempre conviene, ci si potrebbe scottare. Invece bisogna studiare la persona a cui si vuole fare una propria confidenza. Questa si chiama prudenza! Dare fiducia è aprire il proprio cuore, il proprio mondo. Avere fiducia della vita, del futuro, delle persone care… Ora, se dentro al cuore nascono dubbi cerchiamo di temporeggiare fino a che non ci convinciamo di poter dare fiducia, ma mai offendere persone alle quali, per un nostro punto di vista, non crediamo. A volte il demonio sa infiltrarsi per distruggere il desiderio del dare fiducia. Conclusione la fiducia prima di darla bisogna saperla conquistare e meritare. Buongiorno, amici, cerchiamo chiarezza e non divisione! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il senza rancore” di Dio. Amen.

Avviso:
Se vuoi seguire la tredicina a Sant’Antonio di Padova col Santo Rosario, in diretta streaming, basta collegarsi al sito www.lalucechecercavi.net alle ore 8:00. Per intervenire alla preghiera chiama 3898893324

Pensiero del mattinodi mercoledi 6 giugno 2018

L’indifferenza…
Com’è possibile vivere nell’indifferenza nei confronti degli altri quando “l’altro” è il nostro “prossimo” da trattare come tratteremmo noi stessi! Come possiamo vivere pensando di avere la coscienza a posto quando ci sono persone che lottano per mangiare, per non far soffrire i loro bambini, i loro familiari?! Questa indifferenza sicuramente non ci santificherà. Perché essere sordi verso il nostro prossimo, verso il grido di aiuto dei fratelli indigenti? Il Signore forse non ci ha detto che qualunque cosa faremo di bello a questi fratelli lo avremo fatto a Lui? Come possiamo non ascoltare il grido di chi si lamenta, di chi cerca di ricucire un rapporto con la propria famiglia? Come possiamo sparlare con leggerezza del prossimo? Amici, questo non è l’amore che Gesù ci ha insegnato, ma indifferenza, e l’indifferenza può uccidere la propria anima! Cerchiamo di rientrare in noi stessi e proviamo ad essere non indifferenti Ma attenti ai problemi che la sofferenza e il disagio provocano; solo così potremo riuscire a toccare la santa carne di Gesù che è sempre buono con tutti. Buongiorno, amici. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, che “per amore di Dio ama tutti” di Dio. Amen.

Avviso:
Se vuoi seguire la tredicina a Sant’Antonio di Padova col Santo Rosario, in diretta streaming, basta collegarsi al sito www.lalucechecercavi.net alle ore 8:00. Per intervenire alla preghiera chiama 3898893324

Pensiero del mattino di martedi 5 giugno 2018

Ottima soluzione Ciò che possiamo garantire alle persone agitate è la nostra preghiera! La preghiera migliora la qualità della vita ed è lo strumento per non superare il limite della sopportazione. È necessario che tutti noi abbiamo sempre il coraggio di fare il meno male possibile. E’ inutile che ci agitiamo o pensiamo di risolvere i problemi litigando, servirà a poco, invece con la preghiera e la riflessione eviteremo di essere presi come persone disturbate e disturbatrici. Pregare non vuol dire usare la “preghiera parolaia”, cioè di tante lunghissime parole, ma anche adesso con una semplice invocazione che viene dal cuore ci sentiremo alleviati e tutto passerà. La serenità si conquista con la pazienza, soluzione dell’uomo intelligente. Buongiorno, amici, vi auguro una bellissima giornata di pazienza! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il seminatore di pazienza” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 4 giugno 2018

Si, è amore… Perché non iniziamo questa mattinata col fare più profonde riflessioni? A volte noi proprio per non riflettere agiamo di un istinto senza controllo, riuscendo ad essere quasi come dei carnefici verso le persone. Non riusciamo ad amare come ci viene insegnato dalla Vergine Maria, lei tutta candida e pura non ha pregiudizio alcuno. Sì amici, sapessimo come è grande l’amore di Maria ne piangeremmo di gioia! C’è una grande differenza tra il suo amore e il nostro amore: noi guardiamo i difetti e le malattie, lei non mortifica nessuno perché la mamma vera non guarda i difetti dei propri figli, anzi, diventa ancora più protettiva. Ora proviamo anche noi ad amare senza pregiudizi, l’unica strada vera che può distinguerci. Buongiorno, amici, essere veri fa vivere bene. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “vuole solo amare” di Dio. Amen.

 Meditazione spirituale – domenica del Corpus Domini – 3 giugno 2018

La gioia di ogni uomo è sapere che tutti siamo uguali dinanzi a Dio. Oggi bisogna celebrare la festa del Dio che si fa pane per essere cibo per l’umanità. Come non nutrirsene se da vita? Perché ignorare la sua presenza viva? Tutto ha una sua fine ma la SS. Eucarestia non muore come noi, non ha un tempo limitato, ma si tramanda da Gesù nelle mani sacerdotali. Un grande mistero d’amore che non smetterà mai di transustanziare per nutrire le future generazioni.

Piccolo pensiero Mariano

“Figli amatissimi, io non vi tratto come minori, ma simili a mio figlio Gesù. Gustate il sapore di mio figlio nell’eucarestia e saprete essere amore, amore vero, che vi farà superare il difficile, il complicato, perché l’eucarestia presa col cuore puro vi incarnerà Gesù, il figlio del mio cuore. Approfittate di adorarlo manifestandolo con addobbi floreali e coperte eleganti ai vostri balconi, quando passerà per le vostre strade, questi sono segni che a mio Figlio lo fanno sentire amato”.

Buongiorno, amici, Vi auguro un’eucarestia luminosa! Benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il portalettere” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di sabato 2 giugno 2018

Cosa vogliono…

Che potere hanno i governi che si preoccupano più dello spred che dello spreco di tempo, che distrugge la speranza di chi è ridotto pelle ed ossa?! Facciamo tutti una riflessione: politica malata, politica che conosce solo la superbia e il potere… Cosa è più importante: sapere che si perdono molti soldi per colpa di un mancato governo o che sono anni che il popolo è ridotto alla fame? Questi nostri politici non pensano che c’è gente che muore di fame, gente che si ammazza perché piena di problemi (che la politica stessa ha creato)?! Non è più importante essere preoccupati per il popolo ridotto al lastrico? Possibile che è più importante litigare per le “poltrone” che non pensare che in questo momento ci sono tanti bambini, tante persone malate, tanti indigenti che lottano per cercare di vivere un po’ tranquilli! Per la maggior parte questa gente incravattata è ben vestita, ma è senza Dio. Ecco che anche chi ci governa deve scegliere se essere dalla parte dei lupi rapaci o dalla parte del popolo e dell’umanità! Dio possa perdonare l’uomo egoista e irriducibile! Buona giornata a tutti voi amici!… Per quel genere di persone la nostra è solo una fantasia, ma noi avremo di più di una semplice poltrona! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “guardo al cielo e sorrido per amore” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 1 giugno 2018

Cercare sempre…

Cerchiamo sempre! Non perdiamo la speranza a ritrovare le cose che abbiamo perso: bisogna cercare, sperare e pregare! La preghiera spesso aiuta a farci ritrovare le cose perdute, preghiamo affinché tutto proceda per il verso giusto, anche solo con una semplice Ave Maria, affinché tutto vada a buon fine. Non rinunciamo a cercare, a domandare; sono gesti belli e umili che ognuno di noi deve fare. Cercare di superare un esame, cercare di trovare lavoro, cercare di superare una malattia, cercare di vivere nella serenità della famiglia, cercare la dignità di noi stessi… sono prerogative che ci sono donate da Dio. Per cercare bisogna credere in quello che si cerca. Buongiorno a tutti amici, un abbraccio da Medjugorje, dove mi trovo. Vi benedico con gioia.

Il vostro diacono don Emilio Cioffi, “il pellegrino speranzoso” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di giovedi 31 maggio 2018

Grazie!!! Proviamo a ringraziare le persone che in qualche modo ci hanno fatto del bene, a coloro che si sono privati di qualcosa per darlo a noi. Proviamo ad essere affettuosi cercando di ricambiare quello che hanno fatto nei nostri confronti! Amici, ringraziare significa essere riconoscenti nei confronti di queste belle anime che vivono in mezzo a noi, sono angeli dell’amore inviati da Dio, perciò bisogna dire grazie a chi ci ha difeso, a chi ha dato testimonianza vera, a chi a teso una mano, a chi ha bussato alla porta per chiedere “come stai”, a chi ha usato il mezzo di comunicazione per avere un contatto e offrire il suo sostegno! Ringraziamo tutti, amici, perché dire grazie significa l’umiltà e l’educazione che ci fa ben volere anche agli occhi del Signore. Per ogni grazie che diremo ci fiorirà sul viso un sorriso, una luce e una carezza da Maria! Iniziamo da lei allora, da Maria, Vergine Madre, a dire “Grazie mamma celeste per tutto quello che fai per me!” Buona giornata a tutti. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il sostenitore della grazia” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino 30 maggio 2018.

Perché lo fai?
Che civiltà è questa se non riusciamo a comportarci bene neanche nelle minime cose? Perché disprezzare la natura lasciando sporcizie dappertutto? Questa è la “civiltà” della morte, infatti la vita non vale più niente! Chiunque ha il potere di eliminare il proprio fratello è pronto a farlo, uccidendolo nel corpo ma anche nella dignità nell’anima… Che civiltà è questa se non sappiamo più distinguere ciò che è buono, bello e onesto da ciò che porta oscurità e arroganza?! A cosa serve essere nervosi e scostanti; perché aggredire chi vuole ragionare, diventando violenti e persino pericolosi per chi vive con noi? Perché mancare di rispetto al prossimo? Perché facilmente diventiamo altezzosi e bugiardi? Cos’è che Dio ha sbagliato su di noi, forse il troppo amore che ha per ognuno? Pretendiamo rispetto, ma non lo diamo, vogliamo la nostra libertà schiacciando la libertà altrui, tutto ciò che ci passa per la testa vogliamo, dimenticando che non tutto si può avere. Decidere per gli altri, scegliere per gli altri, parlare per gli altri, tutto per beneficio proprio! Amici, basta di essere carnefici, ma sforziamoci di essere persone equilibrate, affettuose ed innamorate della propria famiglia e del prossimo. Mettiamoci al servizio dei deboli e proviamo ad essere migliori. Buongiorno, amici, vi auguro tanta abbondanza di pace, di serenità. Vi benedico.

vostro diacono don Emilio Cioffi, “il sempliciotto” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 29 maggio 2018

Prepariamoci alle cose più semplici e riconoscibili anche solo con uno sguardo, in modo che quando c’è la difficoltà sappiamo come fare. Troppe volte l’uomo malvagio vuole far credere all’uomo semplice che lui è la strada giusta, la strada per far uscire da difficoltà e guerre i popoli sempre più poveri. Impariamo a non fidarci più di queste persone maldestre che credono che il mondo gli appartenga. Come sappiamo, amici, la terra è un dono di Dio, dato all’uomo per farlo stare bene e per farla fiorire di benessere per tutti. Amici, non possiamo più usare il buonismo con certi personaggi negativi, ci mettono l’uno contro l’altro, ma allora la nostra libertà di espressione, la libertà di scegliere, la libertà di agire, che fine hanno fatto? Tutto è in pericolo e solo Dio può metterci la mano, affinché questi uomini potenti trasformino il loro potere in servizio verso tutti, senza fare distinzioni. Buongiorno, amici, Vi auguro che possiate sempre scegliere da “popolo sovrano”.
Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il casellante” di Dio. Amen.

Se ti va di portare a termine il mese di maggio con me, – 29 ^ giorno. Collegati alle ore 8:00 sul sito www.lalucechecercavi.net per recitare il Santo Rosario, in diretta streaming, dedicato a tutti quelli in difficoltà economica. cell. 3898893324