Pensiero del mattino 30 gennaio 2018

Diamo un’altra postura al nostro corpo.

A volte è necessario correggere il nostro muoverci perché potrebbe essere motivo di antipatia. Essere come un “bisonte” potrebbe creare insoddisfazioni per chi vive accanto a noi. Evitiamo sguaiataggini con la voce, e quando facciamo una discussione evitiamo di trasformarci; l’esempio che diamo quello raccogliamo! Il nostro corpo produce un linguaggio che si trasforma in atteggiamenti belli, se ci si muove correttamente; brutti, se lo usiamo come armeria. Questo pensiero è rivolto sopratutto a chi usa: le mani per avere ragione, i piedi per scalciare, la bocca per intimorire, il cervello per calcolare, il cuore per odiare, la vista per cacciare la povera vittima!!! Ora, se in tutto questo ci rivediamo, correggiamoci, prima che le persone per bene, possano stancarsi di questo vile atteggiamento. Vivere in pace non costa molto. Se poi pace non hai unisciti a noi, ci sforzeremo insieme a te. Buongiorno a voi tutti, creature di buona volontà. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “mi sforzo di essere umile per amore”di Dio. Amen.

 

 

 
 
Precedente Pensiero del mattino di lunedi 29 gennaio Successivo Pensiero del mattino di mercoledi 31 gennaio 2018

Lascia un commento


*