Pensiero del mattino 30 maggio 2018.

Perché lo fai?
Che civiltà è questa se non riusciamo a comportarci bene neanche nelle minime cose? Perché disprezzare la natura lasciando sporcizie dappertutto? Questa è la “civiltà” della morte, infatti la vita non vale più niente! Chiunque ha il potere di eliminare il proprio fratello è pronto a farlo, uccidendolo nel corpo ma anche nella dignità nell’anima… Che civiltà è questa se non sappiamo più distinguere ciò che è buono, bello e onesto da ciò che porta oscurità e arroganza?! A cosa serve essere nervosi e scostanti; perché aggredire chi vuole ragionare, diventando violenti e persino pericolosi per chi vive con noi? Perché mancare di rispetto al prossimo? Perché facilmente diventiamo altezzosi e bugiardi? Cos’è che Dio ha sbagliato su di noi, forse il troppo amore che ha per ognuno? Pretendiamo rispetto, ma non lo diamo, vogliamo la nostra libertà schiacciando la libertà altrui, tutto ciò che ci passa per la testa vogliamo, dimenticando che non tutto si può avere. Decidere per gli altri, scegliere per gli altri, parlare per gli altri, tutto per beneficio proprio! Amici, basta di essere carnefici, ma sforziamoci di essere persone equilibrate, affettuose ed innamorate della propria famiglia e del prossimo. Mettiamoci al servizio dei deboli e proviamo ad essere migliori. Buongiorno, amici, vi auguro tanta abbondanza di pace, di serenità. Vi benedico.

vostro diacono don Emilio Cioffi, “il sempliciotto” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino di martedi 29 maggio 2018 Successivo Pensiero del mattino di giovedi 31 maggio 2018

Lascia un commento


*