Pensiero del mattino di giovedi 12 aprile 2018

Cerchiamo di trasformare le nostre sofferenze in offerta viva a Dio; è vero che soffrire ti lacera il cuore però darci una motivazione ci aiuta ad alleviarlo, offrendo quella sofferenza x la salvezza dei nostri persecutori, di chi non sa fare altro che offendere dalla mattina alla sera: è anche questo il proprio prossimo. E’ vero, tutto è complicato, potremmo vivere più sereni ed invece ciò non avviene per colpa di alcuni che non comprendono la gravità del loro male e costringono gli altri a soffrire. Allora, amici, ad ogni offesa reagiamo con una bella Ave Maria e un’offerta a Dio, ad ogni insulto un’Ave Maria e un’offerta a Dio, ad ogni inganno un’Ave Maria e un’offerta a Dio. È l’unico modo per alleviare le ferite delle sofferenze e delle offese fatte da chi ha il cuore chiuso all’amore. Buongiorno, amici, diventiamo più forti di fronte alle sofferenze. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il quattro e quattr’otto” di Dio. Amen

Precedente Pensiero del mattino di mercoledi 11 aprile 2018 Successivo Pensiero del mattino del 13 aprile 2018

Lascia un commento


*