Pensiero del mattino di giovedì 14 giugno 2018

Che strano…
Pensare alla nostra infanzia, ai ricordi puliti, agli affetti trasmessici dai nostri antenati… pensare che non per tutti i ricordi sono di serenità, di amore familiare, può far venire un nodo alla gola. Anche se nella povertà, nel disagio, comunque se c’è amore c’è gioia, sopportazione, armonia. Così la famiglia unita dall’amore vive la serenità mettendo al centro il Signore. Da bambini, complici le tradizioni che ci portavano a sognare, si restava affascinati dai racconti delle vite dei nostri amati Santi. Cosa è successo ai giorni nostri, dov’è andata a finire la voglia di festeggiare i nostri Santi, di attendere con gioia i momenti belli della liturgia dell’anno? Perché si è spento quell’entusiasmo e chi ha causato questo complotto contro Dio? Poi ci lamentiamo perché non c’è più rispetto e avanza il decadimento del valore della vita spirituale e materiale. Signore Gesù ravviva in noi la fede, soprattutto in chi ha il potere di decidere per il nostro futuro spirituale e per chi decide per quello materiale. Buongiorno, amici! Un abbraccio forte, nostalgico, però bello. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “salva ricordi” di Dio. Amen.

Alle ore 8:00 circa Santo Rosario per i casi difficili e disperati in diretta streaming www.lalucechecercavi.net
Partecipa telefonando 3898893324

Precedente Pensiero del mattino di mercoledi 13 giugno 2018- Sant'Antonio di Padova Successivo Pensiero del mattino15 giugno 2018

Lascia un commento


*