Pensiero del mattino di giovedì 9 agosto 2018

Ci sei?

A volte con la nostra superficialità danneggiamo il nostro prossimo e questa è una cosa grave. Ecco tutto quello che sappiamo essere: campioni che gareggiano a essere migliori degli altri. Gareggiamo per vincere un successo terreno che non si proietta nel futuro. Sgomitiamo tanto, spingendo di qua e di là per farci grandi, anche a costo di perdere la nostra dignità. Amici, tutto questo nostro correre non rafforza la fede ma la affossa sempre di più nelle profondità delle nostre viscere. Cos’è che cerchiamo dal nostro Dio? forse la tranquillità finanziaria? o una salute da leone? o solo di vivere in pace, lasciando a Lui le decisioni per noi! Accettiamoci così come siamo senza metterci in competizione con nessuno. Dio non ama essere contestato perché non può permettere ai nostri “se io avessi”, “se io potessi” o “se fossi” di rovinare i suoi progetti. La migliore soluzione è fidarci di Lui senza riserve… Buongiorno amici, viviamo senza più dubbi. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “senza nulla da pretendere” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino di mercoledì 8 agosto 2018 Successivo Pensiero del mattino di venerdì 10 agosto 2018 - memoria di san Lorenzo diacono martire

Lascia un commento


*