Pensiero del mattino di martedi 17 aprile 2018

Fingere di esserci quando la coscienza tace si è nell’oblio. Cosa crediamo di raggiungere senza la sincerità? In molti guai e disagi c’è la mano degli incoscienti, cioè coloro che vivono senza coscienza ed averci a che fare dev’essere dura, per chi coscienza invece ha. Proviamo a fare un profilo di queste persone e sicuramente ci accorgeremo che hanno gli occhi spenti, l’aria altezzosa, si credono grandi ed intelligenti, ma in realtà hanno tutto da perdere, perché Dio non agisce in loro! Sì, sono figli di Dio, ma agiscono come figli di satana e le loro opere cadranno a pezzi, siamone certi. Invece chi si accontenta del poco, onesto, non deve pensare minimamente a chi sta meglio. Noi siamo “tutto di Dio”, “TD” è il nostro logo e abbiamo una coscienza, ringraziando Dio, che ancora parla al nostro cuore! Lavoriamo in santa pace e senza pensare ad accumulare. Buona giornata di piccoli gesti d’amore. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il sempliciotto” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino di lunedi 16 aprile 2018 Successivo Pensiero del mattino di mercoledi 18 aprile 2018

Lascia un commento


*