Pensiero del mattino di mercoledi 31 gennaio 2018

A cosa può servire lamentarsi con persone che neanche ti vedono? Perché continuare a sperare in persone che vivono del proprio egoismo e lasciarci condizionare dal loro giudizio? Amici, fin quando non stabiliamo che “io sono stato così creato da Dio”, avremo sempre sofferenze, silenziose, interiori che riescono a spegnerci lentamente. Diamo più spazio a noi stessi e lasciamo che gli altri credano ciò che vogliono credere di noi, l’importante che si agisce in coscienza retta. Riportiamo un equilibrio personale per non essere additati come persone squilibrate. Tutto dipende da come vogliamo vivere dove viviamo. Buongiorno, amici, una bella Ave Maria ci avvicina a Dio! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il commesso allegro” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino 30 gennaio 2018 Successivo Pensiero del mattino di giovedi 1 febbraio 2018

Lascia un commento


*