Pensiero del mattino di sabato 26 maggio 2018

La legalità.
Rispettiamo, amici, la legalità; cerchiamo di vivere nell’ordine che ci dona la legalità. In qualsiasi momento e condizione, viviamo rispettando i luoghi che frequentiamo, osserviamo il codice della strada, ma soprattutto non approfittiamo della bontà degli altri. Allontaniamo da noi il pensiero di vivere una vita agiata senza la legalità. Vivere nella legalità significa “Dare a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio ciò che è di Dio”! Come sarebbe bello se tutti vivessimo nella legalità! Non ci sarebbe più la disonestà né la povertà e le coscienze sarebbero tutte pulite! Vivere nella legalità significa non avere problemi con le istituzioni. Non sconfortiamoci se poi, a volte, la legalità stessa s’imbroglia nelle sue regole e sbaglia nei confronti dell’innocente, perché succedere che chi la gestisce eccede, creando conseguenze terribili per chi le subisce. Tutti dobbiamo vivere nella legalità anche quello che la deve far osservare; Dio ci è più vicino nelle cose giuste e rette. Affidiamoci a Maria, nostra unica, vera, Santa Garanzia, e la nostra onestà sarà messa al sicuro. Buongiorno, amici, diventiamo modelli di legalità. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il peccatore pentito” di Dio. Amen.

Avviso…
Vi ricordo che alle ore 8:00 è possibile collegarsi al sito www.lalucechecercavi.net

Precedente Pensiero del mattino di venerdi 25 maggio 2018 Successivo Meditazione spirituale della domenica 27 Maggio 2018 - Solennità della Santissima Trinità

Lascia un commento


*