Pensiero del mattino di venerdi 11 maggio 2018.

La verità non cerca vanagloria perché è così attaccata addosso che tutti la vedono! La ragione è così evidente che non sfugge agli altri, a meno che non ne abbiamo. La ragione non si vergogna, non litiga con l’imbroglione, ma si allontana da lui in punta di piedi. Amici, non accusiamo chi ha ragione per schierarci con i prepotenti, ma difendiamo il giusto senza paura! Lo Spirito Santo non ama essere invocato dagli imbroglioni, solo l’onestà riesce a farlo scendere per offrirsi come dono affettuoso per chi difende la Santa Ragione! Nel “tribunale” giornaliero della vita quotidiana, dei luoghi che frequentiamo, si viene giudicati e condannati, e la verità non vuol sentire la falsità! Buongiorno di cuore a tutti voi che sapete scambiarvi il segno di pace in chiesa. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il raccogli-zucca” di Dio. Amen.

Precedente Pensiero del mattino di giovedi 10 maggio 2018 Successivo Pensiero del mattino di sabato 12 maggio 2018

Lascia un commento


*