Segui la nostra diretta streaming

 

PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE

Lunedì:     Rosario per la Pace in Famiglia – con don Emilio Cioffi          h 21:00

Martedì:

Mercoledì:

Giovedì:      Santo Rosario per i casi difficili e disperati                          h 21:00

Venerdì:     Adorazione della Croce e delle sette parole

                    di Gesù agonizzante                                                                 h 19:00

Sabato:     Adorazione serale per invocare la guarigione

                  del corpo e dello spirito                                                            h 21:00

 

Domenica:

Pensiero del mattino di giovedì 23 febbraio 2017

Sei sicuro?

La freddezza del cuore, le delusioni della vita, alcune volte, ci portano ad essere molto avari nell’amare. È difficile per chi ha avuto grandi torti riuscire a perdonare. Ma chi può dire che non ha mai avuto delusioni? Dunque, alcune di queste persone, per la grande delusione si chiudono in loro stesse, e vivono di sofferenza; altri invece, pur soffrendo, sanno essere miti e affettuosi e per amore di Gesù riescono a perdonare sempre. Chi ama il cielo ama le cose del cielo, e assomiglia al cielo, chi invece ama la terra, ama le cose della terra, e non guarda in faccia a nessuno. Ora proviamo a invocare il santo preferito per sbloccare la nostra pigrizia, qualora ce ne fosse, per una buona conversione. Buongiorno a tutti voi e crediamo di più all’amore che tutti possiamo donare. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “cofanetto di dolci di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledì 22 febbraio 2017

Chi è che rischia?

Rendiamo sempre grazie a Dio. Benediciamo sempre e non malediciamo nessuno. Chiediamo al Signore di trasformare le maledizioni in benedizioni, se eventualmente l’avessimo fatto. Restiamo saldi nella pace e lasciamo che ognuno faccia le proprie esperienze. Essere morbosi con chi si ama non porta nessun frutto; nessuno è padrone dell’altro. Vivere insieme non significa schiavizzare e diventare padroni dell‘altro; non dimentichiamo che Gesù ci chiamava “amici” , e non “caini”. Perciò, se abbiamo dei cattivi pensieri, non diamogli retta, mettiamoci subito a cantare una canzone di chiesa che più ci piace, e subito, sicuramente, passerà… Buona giornata a tutti. Sarebbe bello sapere quale canzone vi piace cantare. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “giradischi di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di martedì 21 febbraio 2017

Riposo sereno.

Restiamo saldi nella fede e non solo, anche con i piedi sempre a terra, per non essere trascinati dagli stessi impedimenti che ogni giorni ci fanno visita! Se dovesse capitare di sentirsi avversati da debiti, da malesseri continui, vessazioni e incomprensioni maliziose, non scoraggiamoci amici, queste cose non simpatiche vanno gestite con fermezza e fiducia nella Provvidenza di Dio. Le cosiddette mazzate della vita, da un lato infastidiscono, ma d’altra ci fanno crescere e maturare per non sbagliare più. Ora, se abbiamo veramente voglia di saltare il fosso senza questi pesi addosso, basta chiedere a Dio di inviarci un Cireneo e, se abbiamo fede, la strada troveremo, altrimenti continuiamo a fare come stiamo facendo. Non abbattiamoci; tutti siamo indebitati, nessuno può scamparsela. Non piangiamo più, ma affidiamoci alla provvidenza di Dio. Non dobbiamo preoccuparci, ma occuparci delle cose di Dio e tutto passerà, sicuramente passerà. Buongiorno, amici, allontaniamo dalla nostra mente i problemi e tutto ciò che ci disturba e non pensiamo troppo ai guai. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “distributore di fiducia di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di lunedì 20 febbraio 2017

Troppi rivali…

Perché alcuni vivono in virtù degli altri? Quale gioia reca a questi rubare la spensieratezza degli altri? Quando vogliamo decidere che certe altezzosità non ci portano che malessere? Oggi dobbiamo fare in modo che nessuno possa lamentarsi di noi. Tutto è bello se il nostro cuore è delicato, sottile e tenero; tutti abbiamo bisogno di una tranquillità stabile, e per averla non parliamo a sproposito per non essere causa di lacrime, di sofferenza e di insicurezza. Il nostro prezzo per guadagnare le Grazie di Dio è quello di lasciarsi prendere dal Bene.
“Fate questo e vivrete” dice Gesù; è solo un semplice consiglio spirituale. Buongiorno a voi, gran bella gente, Dio è Amore! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, la “porta aperta di Dio”.  Amen.

Meditazione della VII domenica del tempo ordinario 19 febbraio 2017

Gesù non sceglie le persone per il suo ministero come può pensare il mondo, ma sceglie quelle anime che non hanno bisogno dell’attaccamento alle cose terrene. Chiunque viene scelto vive nella misericordia di Dio; l’uomo per colpa del benessere non si ricorda di amare Dio sopra ogni cosa. Lasciarsi confondere dal mondo significa perdere fede. Il tesoro dell’uomo è il suo avere e cerca di metterlo in mostra per sottomettere il povero. Diverso il tesoro del mite, la fede vera, che cerca di trasmettere agli altri, come ha fatto Cristo per noi.

Piccolo pensiero mariano

“Figli, perché siete così lontani dal cielo? Cos’è che vi distoglie dall’amore nostro, dall’amore di mio figlio? Perché amate Il peccato e non l’amore di Dio? vivete, nella semplicità! Il giorno volge al declino, lì nessuno può consegnarvi una lampada per guardare la strada, la preghiera e la conversione è la lampada dei vostri giorni, della vostra ora.”

Buongiorno a tutti e buona domenica. Salviamo la nostra anima con le opere buone! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “calzolaio di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di sabato 18 febbraio 2017

Conferma tutto.

Rendiamo scorrevoli gli impegni presi e non ritrattiamo con chi è convinto che fare quella strada è la giusta. Fidarsi in alcuni casi è la migliore soluzione per non incappare in tranelli tali da rovinare il nostro equilibrio. Trattiamo i nostri interessi non morbosamente, ma con elasticità per non rimanere delusi. Noi non dobbiamo mai dimenticare che siamo cattolici e sappiamo benissimo che “chi di spada ferisce, di spada perisce”, se non ci sottomettiamo a Dio! Buongiorno, amici, e sempre avanti! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, la “quercia alta di Dio”. Amen.
Questa sera ore 21 30 diretta streaming per l’Adorazione Eucarestia

Pensiero del mattino di venerdì 17 febbraio 2017

Non darci retta.

Un proverbio dice: “Se volessimo fermarci ad ogni pietra, non arriveremmo mai!” È per dire che bisogna superare gli intoppi e non bisogna stare a sentire ogni parere quando si è convinti del da fare. Camminare per la propria strada senza calpestare gli altri, nel rispetto del prossimo, è cosa buona, purché l’obiettivo, di nostro gradimento, sia legittimo e onesto. Andare dove Dio ci manda non si sbaglia mai; le Sue strade non sono come le nostre, dove si incontrano tentazioni d’ogni genere. La strada è il congiungimento dei nostri desideri buoni o cattivi che siano: tutto sta da come si parte la mattina, …poi la sera, con la testa sul cuscino, la coscienza ci darà risposta della giornata. Buongiorno, amici, e alleniamoci di più a fuggire dalle tentazioni. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “piede storto di Dio”.  Amen.

Pensiero del mattino di giovedì 16 febbraio 2017

Liberati. ..

Liberiamoci delle nostre sofferenze con una bella preghiera ad occhi chiusi, magari dinanzi ad una bella statua della Madonna o in un luogo che ci ispira, come un prato, un bosco, una montagna, al mare o vicino alla riva di un fiume. A volte è necessario abbandonare tutto e cercare un luogo per scaricare tensione ed altro. La preghiera è fondamentale, chi non prega si gonfia di negatività, che potrebbe trasformarsi in rabbia. Una bella preghiera ci porta in cielo, ci alleggerisce l’anima e ci fa apprezzare la nostra vita. “Benedite e non maledite!” dice Gesù. “Amate i vostri nemici e pregate per loro, date a chi non ha e avrete salva la vita.” Non turbiamoci, ma viviamo le nostre giornate all’ombra della croce; lì si chiede, si prega, si piange, si ringrazia e sicuramente lì troveremo tutte le risposte. Buona giornata amici e siamo generosi anche con i fatti! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “porta speranza di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledì 15 febbraio 2017

Superiamo. ..

Gli ostacoli della nostra vita siamo noi stessi. Troppe volte diventiamo zavorre di noi stessi e questo nostro fare ci blocca la vita nella quotidianità. Chi siamo noi? Sicuramente nemici di noi stessi, per non accettare serenamente la diversità degli altri! Vivere in pace significa cercare pace, donare pace, insegnare pace. Si, amici, sviluppiamo questo tipo di sport, lo sport della pace. Per esempio, abbiamo mai pensato di capire dove poterla trovare la nostra pace? Forse in gioielleria? Nei centri commerciali? In una vacanza ai Caraibi? O indossando un bel vestito? Sicuramente cose anche buone, ma non indispensabili per vivere in pace. Noi tutti abbiamo bisogno di pace duratura e vera dove nessun tormento può farci cambiare idea. La pace è nemica della discordia, della divisione, delle guerre, dei rancori, perché essa non si lascia corrompere da nessuno. Ora lasciamoci alle spalle tutto ciò che non ci ha aiutato a vivere in pace e lasciamo che gli altri facciano come vogliono, ma noi, per amore di Gesù e Maria, viviamo in Pace! Buongiorno belli tutti di Dio, la vita è straordinaria se non ci lasciamo turbare dagli eventi negativi! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “sorriso di pace di Dio”.  Amen.

Pensiero del mattino di martedì 14 febbraio 2017

Qui, si può fare tutto.

Nel nostro mondo tutto ci è permesso di fare, siamo così liberi che nemmeno il Padre eterno ci può! Tutti abbiamo la libertà di decidere della nostra vita, del nostro fare. Ognuno può gestirsi come vuole, fare quello che gli piace, andare dove pensa di sentirsi a proprio agio, insomma di poter agire a ruota libera e nessuno può impedire la nostra libertà. …Sballarsi con droghe e vizi di ogni genere pur di fare esperienza di vita libera, tutto deve essere possibile! …Poi, se le cose non vanno come devono andare, non lamentiamoci con chi ci ha creato! Vivere sulla terra non è come vivere dall’altra parte, nell’invisibile che non conosciamo.
Oggi per esempio, il mondo laico ha stabilito la festa degli innamorati, ma realmente cosa vuol dire festa degli innamorati? Sicuramente è mettere mano al portafoglio per un dono quasi forzato per molti di noi, e domani mettere mano ad un eventuale separazione per poi arrivare al divorzio! Ogni giorno dovremmo essere amore e non solo a San Valentino. Far star bene chi ci ama e si prende cura di noi, è un dovere di tutti! …senza trascurare e dimenticare l’amore di Dio, che non ci chiede soldi, ma il nostro piccolo cuore. Buongiorno a voi che sapete amare ogni giorno. E’ dare la vita per salvare il Vero Amore. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, il “giardiniere di Dio”. Amen.