Segui la nostra diretta streaming

PROGRAMMAZIONE SETTIMANALE

Lunedì:     Rosario per la Pace in Famiglia – con don Emilio Cioffi          h 21:00

 

Martedì:

 

Mercoledì:

 

Giovedì:      Santo Rosario per i casi difficili e disperati                          h 21:00

 

Venerdì:     Adorazione della Croce e delle sette parole

                    di Gesù agonizzante                                                                 h 19:00

 

Sabato:     Adorazione serale per invocare la guarigione

                  del corpo e dello spirito                                                            h 21:00

 

 

Domenica:

 

Pensiero del mattino di venerdi 25 maggio 2018

E basta!!!
Perché vivere nella paura che qualcuno ci abbia potuto fare un maleficio? E poi per colpa di questo timore siamo irrequieti e sospettosi con tutti! Perché dobbiamo dare tanta importanza al male, ipotetico, che ci viene fatto e non al bene, certo, che potremmo fare? Vivere male è una scelta profonda che non trova futuro per chi ne viene contaminato. E’ vero che esiste il male, ma dargli tutta questa importanza equivale ad assecondarlo e ad ingigantirlo. Amici che vivete oppressi dal male, è ora di dire basta a questi condizionamenti psicologici che non danno pace a nessuno!
Basta vivere pensando a questi pseudo fenomeni malefici, come: fatture, stregonerie e tutte le diavolerie che ci fanno distrarre dal bene, dalla luce vera! Prendere si benedizioni da un ministro di Dio, ma senza pensare che potrebbe essere l’unica medicina, e senza aspettare che tutto avvenga per intercessione altrui, senza nessuno sforzo da parte nostra! Bisogna sempre fare attenzione, soprattutto quando incontriamo persone che ci dicono di sapere che il maleficio è stato fatto da “Tizio” o da “Caio”: nessun cattolico può dichiarare una tale cosa! Viviamo più sereni, preghiamo di più e andiamo avanti soprattutto quando ci sentiamo male. Dobbiamo essere noi stessi principalmente protagonisti con Dio.

Avviso…
Vi ricordo che alle ore 8:00 è possibile collegarsi al sito www.lalucechecercavi.net

Pensiero del mattino di giovedi 24 maggio 2018

 

Tranquilli!!!
Cerchiamo di non agitarci alla prima notizia inaspettata; qualsiasi problema va affrontato senza agitazione! Con l’agitazione i problemi possono peggiorare. Le decisioni vanno prese con calma, nel massimo della tranquillità perché nella tranquillità c’è la saggezza. Anche se dovesse cascare il mondo è bene fissare il proprio sguardo al cielo e affidare tutto alla tranquillità di Dio Nostro Padre che ci ha creati a sua immagine e somiglianza e non ha mai messo dentro di noi l’agitazione, l’ansia, la paura, l’oppressione, ma bensì ha infuso nell’uomo il coraggio di andare avanti e la Fede per essere aiutati da Lui. Si amici, è su questo che noi dobbiamo lavorare: coraggio e Fede, e tutto sarà più facile da affrontare! La tranquillità va difesa con la Santa Pazienza, se vogliamo essere bravi in qualsiasi situazione. La coscienza pulita é la risposta a chi ci crea problemi. E se anche fosse non pulita, é bene sempre ricominciare da capo, per vivere con una santa, tranquilla e nobile legalità. Buongiorno a tutti, amici, vi auguro tantissima tranquillità! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “prendo ciò che Dio vuole” di Dio. Amen.

AVVISO:
Vi ricordo che alle ore 8:00 è possibile collegarsi al sito www.lalucechecercavi.net per la diretta streaming e la recita del Santo Rosario della 24^ giornata del mese di maggio, dedicato a tutti gli imprenditori, piccoli o grandi. Se ci riuscite e vi fa piacere, trovate un po’ di tempo anche per chiamare in diretta al numero: 

389 889 3324

 
 
 

Pensiero del mattino di mercoledi 23 maggio 2018.

Siamo servizio?
Mettiamoci a disposizione dell’altro con umiltà e dedizione, nella misura del posto che occupiamo. Ognuno di noi nella società occupa un posto che sia importante o meno. Tutti siamo stati chiamati a contribuire ad un bene, anche piccolo, che si somma all’unico grande Bene. Allora non diventiamo padroni dei luoghi che frequentiamo o in cui lavoriamo, delle strade che percorriamo. Le nostre competenze servono per essere messe al servizio e non per essere rivestiti. È inutile atteggiarsi a padroni che occupano importanti posti! Siamo semplici commessi e se non ci si pone con umiltà ci faremo solo molti nemici! Aiutiamo a superare gli ostacoli di chi non è capace di riempire un modulo o di fare un numero o di parlare con persone “importanti”; vendiamo gioia, offrendo il nostro, anche modesto, servizio per la collettività! Perciò, amico o amica che pensi di avere in mano il mondo stando dietro una scrivania o avendo la possibilità di bloccare il lavoro degli altri, facciamo molta attenzione perché potremmo sentire le stesse parole che Dio disse al Ricco Epulone, che chiedeva un po’ di sollievo da quelle fiamme dell’inferno: “ricordati che hai ricevuto i tuoi beni durante la vita e Lazzaro, povero mendicante, parimenti i suoi mali”. Perciò prima di sentirsi padroni, sentiamoci servitori al servizio di Dio!
Buona giornata a tutti e cerchiamo di essere leali, belli e generosi. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il servo dei servi” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 22 maggio 2018 – Santa Rita da Cascia.

Non arrestiamo la libertà!
Quante volte ci chiediamo da chi e da cosa dobbiamo stare attenti! E quando lo facciamo sopraggiunge dentro di noi la tristezza perché, a volte, ci accorgiamo che le prime persone con le quali dobbiamo usare prudenza, sono proprio quelle che vivono vicino a noi. Allora ci viene spontaneo chiederci il perché di questa sofferenza gratuita, perché dare sempre spiegazioni ad ogni cosa che si fa? Vivere così non si può, non fa crescere. Significa essere incatenati con catene invisibili; essere legati in questa maniera significa non poter esprimere più la propria personalità, significa perdere la propria libertà. Chi usa questo tipo di “catene” è senza amore vero, e per colpa di cosa se non della gelosia, dei pregiudizi, della paura di non essere al centro dell’attenzione! Protagonismo che schiavizza la vittima di turno. Amici, come bisogna vivere allora? Un consiglio personale preghiamo di più. Uniamo le mani e preghiamo per gli “schiavizzatori” ma anche per noi e per tutte le sofferenze arrecate all’innocente. Si, con la preghiera si rompono gli schemi di certi atteggiamenti non consoni all’insegnamento del Santo Vangelo. Buongiorno, amici, con gioia vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il paziente che offre e soffre” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 21 maggio 2018

Il tuo percorso…
A che scopo essere “saputelli” e spigolosi solo su fatti che accadono all’infuori della nostra casa? Cosa ci spinge a cercare pretesti per portare le “opere della carne” nei luoghi che frequentiamo? Fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregonerie, inimicizie, discordia, gelosia, dissensi, divisioni, invidie, ubriachezze, orge e chi più ne ha più ne metta! San Paolo ci mette in guardia dicendo: “Vi preavviso: chi compie tutte queste cose non erediterà il regno di Dio!” Bisogna infatti affidarsi a Dio invocando lo Spirito Santo, i cui frutti sono: amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé. Queste cose distinguono quelli che sono di Cristo Gesù. Perciò, amico o amica, che porti confusione dovunque sei, non scherzare più sulla dignità di chi non conosci bene! Dio ti ama in modo gratuito e senza condizioni; ama anche tu allo stesso modo e vedrai che starai meglio e vivrai di più. Buona giornata. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il so, ma non parlo per amore” di Dio. Amen.

Meditazione spirituale di domenica 20 maggio 2018 – Giorno di Pentecoste

Invocate lo Spirito Santo affinché possa scendere dal cielo. Gustate la presenza dello Spirito, Lui vi suggerirà tutto ciò che dovete fare e come farlo. Non perdete tempo, ma piuttosto passate il tempo ad invocarlo; farlo é come quando si ha voglia di bere acqua fresca, acqua gelida, acqua pura che disseta la nostra arsura. Si, così é necessario fare. Se ciò non avverrà, non potrete mai gustare la presenza del Signore, il figlio di Dio. Sia la vostra preghiera a far avvicinare lo Spirito Santo; Maria, nostra garanzia, è lei che apre le porte del cielo per far sì che lo Spirito Santo ci raggiunga. Chiamatelo sempre, sia di notte che di giorno, ed egli arriverà.

Piccolo pensiero Mariano

“Figli miei, la forza che regge la parola di mio Figlio è lo Spirito Santo e chi vuole comprenderne e sentirne il valore, il significato, deve essere illuminato dal “Fuoco”, detto anche “Paraclito”, che chiamato arriverà sempre. Lui non si fa vedere, ma agisce. Lui non è visibile però vi fa assaporare i Suoi frutti. Io sono la Madre del Fuoco Vivo, del Fuoco che terrorizza i demoni, la Madre di voi tutti. Vi benedico con lo Spirito Santo”.

Buongiorno, amici, buona Pentecoste. Invochiamo insieme lo Spirito Santo per unirci nel Signore Gesù. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “Il cercatore di profondità” di Dio. Amen.

 

 

 
 

Pensiero del mattino di sabato 19 maggio 2018

Usiamo il dono del “buon senso” e sicuramente non sbaglieremo a valutare persone e progetti. Il buon senso nasce dal tipo di educazione che abbiamo ricevuto, dalle esperienze di vita, da ciò che abbiamo imparato. Non rimandiamo ciò che possiamo fare oggi a domani perché, siamone certi, non lo faremo neanche dopodomani… La lentezza nel fare le cose non porta frutti. Non bisogna pensare che il nostro tempo sia infinito, motivo per cui bisogna saperlo spendere senza sprecarlo.
Ecco perché il buonsenso riesce sempre a farci liberare dalle catene della lentezza. Ciascuno di noi ami il proprio status; io, per esempio, sono felicissimo di sapere che altri, come me, si sforzano di usare la gioia del proprio tempo. L’entusiasmo spinge il buon senso a essere più concreti, per non perdere tempo.
Buona giornata a tutti voi di tanta grande fermezza!
Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il trita il proprio difetto” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 18 maggio 2018

Arriverà…
Immaginiamo di trovarci di fronte a Dio che, per valutare la nostra anima, apre un computer e ci mostra numerosissime cartelle contenenti errori, malefatte dimenticate, comportamenti sgradevoli adottati durante la nostra vita… Visioniamo talmente tante cose brutte che escono sul nostro conto dal computer che ci viene la voglia di scappare, di correre via, ma purtroppo non è possibile. Però quando sembra che tutto è perduto iniziano ad uscire anche le cose belle che abbiamo compiuto. E allora lì, amici, Dio diventa tenero, diventa padre, diventa morbido e con un gesto affettuoso ci elargisce la sua misericordia, venendo in nostro aiuto. Quel giorno lo avremo tutti ed è sicuro che arriverà, perciò cerchiamo di riempire le nostre “cartelle spirituali” di gesti belli, puliti e nobili, in modo che Dio non potrà rimproverarci. Con questi buoni propositi, auguro a voi tutti una bellissima giornata. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “lo speranzoso” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di giovedi 17 maggio 2018

Essere amico…
Quando parliamo di amicizia parliamo di noi stessi… infatti nella vera amicizia c’è un valore aggiunto dato dall’essere “sulla stessa lunghezza d’onda”, dalle affinità in comune. Per questo quando si viene traditi si prova un profondo dolore. L’amicizia vera non fa calcoli, ma si dona lasciandosi consumare per supportare l’amico in difficoltà. Si dice che gli amici non vengono imposti, ma si scelgono; infatti c’è molta attenzione di affetto su chi scegliamo come amico. Nella vera amicizia le stesse persone diventano quasi “gemelle” sia nei gusti che nelle scelte. Un amico sa condividere gioie e dolori, fatiche e speranze. Gli amici si cercano come fratelli. Mai tradirli, mai nascondergli la verità, mai essere possessivi; ma semplicemente garantirgli l’affetto e il sostegno, se ce ne fosse bisogno. Tutti dobbiamo fare attenzione nelle scelte, perché una cattiva compagnia potrebbe distruggere persone buone e famiglie sane. Ricordiamoci che “Giuda” gira sempre alla ricerca di altri amici da “infettare ”… per garantirsi una discendenza futura, ed il “pane quotidiano”. Buongiorno, amici, Salutatemi i vostri amici con una carezza. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “l’amico vostro, senza interessi” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledi 16 maggio 2018

Cosa c’è oltre le nuvole
La nostra libertà non ha prezzo, è importante gestirla ma spesso viene attaccata da persone che a tutti i costi ce ne vogliono privare. Mai lasciarsi condizionare da chiacchiere che non portano la persona a vivere nella libertà; la libertà non si mette a discutere, ma evita per non rimanere incatenata!
Gesù per liberarci dal peccato ha dato la propria vita, mostrando la sua libertà che libera e guarisce. La libertà è un dono che porta l’uomo a decidere delle proprie scelte senza filtri che lo condizionano. Comprendiamo bene il valore della libertà, difendiamola fino alla morte. Buongiorno amici. Vi auguro di trascorrere questa giornata liberi da ogni pensiero negativ. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il sono libero” di Dio. Amen.