Pensiero del mattino di Lunedì 22 Agosto 2016

Maria e GesùIl modo meno indicato per farsi valere è urlare. Chi urla non viene ascoltato o si fa finta di averlo ascoltato. Chi usa la violenza e butta tutto in aria per farsi ubbidire o ascoltare non può essere una buona persona. Chi fa questo, non c’è dubbio, campa poco. Evitiamo di sbranare la gente per non essere annoverati tra i delinquenti. La dolcezza e la buona educazione ci tolgono il “medico” di torno. Quando si deve affrontare un problema o prendere una decisione non dobbiamo essere divoratori di impulsività, ma gentili ed educati, così tutto torna meglio di prima e si può vivere ancora in pace. Domani non si sa chi di noi ci sarà perciò calmiamoci e rispettiamo tutti. Buongiorno, amici, oggi è lunedì e siamo ancora qui! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “lo spacca cacio di Dio”. Amen.

Meditazione della XXI Domenica del Tempo Ordinario  21 Agosto 2016

GesuGridiamo al mondo intero che Cristo è l’unica nostra pace. Rivolgiamoci a Lui per la nostra salvezza perché solo in Lui c’è la speranza  del nostro futuro. Diventiamo testimoni di questa grande Verità e dovunque ci troviamo, diamo luce. Diamo luce ovunque: dove c’è buio, dove ci troviamo, dove dimoriamo. Godiamo di questa santa Verità. Cristo vive in noi se noi accettiamo ciò che Lui è venuto ad annunciarci. Il Regno dei cieli si apre a noi se abbiamo la chiave della carità, dell’amore e del perdono.

Piccolo pensiero mariano.

“Figli amatissimi, il giorno della separazione tra il bene e il male giunge al termine. Scegliete di venire verso di noi con cuore contrito, accettate di essere pace per tutti, anche dove non meritano questo gesto d’amore che viene solo dal cielo. Chiunque vuole sentirsi amato da me e mio Figlio deve allo stesso modo amare tutti. Così facendo, incontrerete Me e mio Figlio nella pace di tutti i giorni. Ave Maria”.

Buongiorno amici, e accettiamo anche qualche piccola battuta detta per far sorridere. Vi benedico.

Don emilio Cioffi, “il forno a micro onde di Dio”. Amen

Pensiero del mattino di Sabato 20 Agosto 2016

Don EmilioTroppo stanco.

Se ti viene voglia di trascorrere una giornata diversa, esci di casa e cerca un posto tranquillo, che non sia chiassoso. La tranquillità della giornata resta sempre il punto decisivo per se stessi, perciò si dice: “se vuoi riposare, fallo in pace”. Gettiamo via le nostre giornate grigie, buie, chiassose e ciarliere e ritagliamoci un po’ di riposo. Si, amici, riposare fa bene al cervello e alle tasche. Definizione di riposo è fare anche ciò che piace a Dio! In tutto questo, non facciamoci mancare un bel gelato alla panna, se piace. Buongiorno amici, gustiamoci la nostra libertà. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il tritaghiaccio di Dio”. Amen.

 

Pensiero del mattino di Venerdi 19 Agosto 2016

14055008_10210311427090232_4069849626595360907_nNon essere invadente.

Troppe cose abbiamo dentro che nascondiamo senza che si notino. I nostri ricordi sono come piccoli fuochi che si accendono secondo il nostro umore. Perché ci dobbiamo lasciare coinvolgere dal nostro stato psicologico? Impariamo ad essere meno sofferenti e godiamoci di più la vita. Si, amici, vivere in grazia di Dio ci porta la gioia di sentirsi vivi. Non bisogna arrivare alla disistima di sé e neanche sentirsi troppo superiori agli altri. Quanto tempo ci vuole per capire che non bisogna essere truffaldini e pieni di se stessi? Conversazione e liberazione, di questo abbiamo bisogno. Del resto non ci si deve fidare di certe persone che hanno gli occhi velati dal male. Se si vuole guarire basta andare a confessarsi. Fino a quel momento, recitiamo questa bellissima preghiera: Liberami, Signore Gesù, da tutto ciò che è contrario a Te. Amen.

Buona e bellissima giornata di amore e di pace. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il sannita di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di Giovedì 18 Agosto 2016

tranquillitàRifacciamoci avanti.

Riproviamo a ripartire con più calma e attenzione, senza trascurare il buonsenso. La calma e la decisione ci portano a fare le cose migliori. Ringraziamo sempre tutti, non camminiamo senza sapere cosa desideriamo. Nella serietà troviamo la santità. Il male che facciamo, prima o poi si ripresenterà a chiederci il conto, perciò viviamo l’entusiasmo di fare le cose belle, convincendoci e credendo che se benediciamo saremo benedetti; al contrario, saremo solo  vincitori di una grande illusione che ci porterà all’ autodistruzione. Facciamoci forza e coraggio: dietro l’angolo ci aspetta la gioia e l’entusiasmo di andare avanti, lasciando a chi non ha compreso il nostro passato. Noi continuiamo ad andare avanti. Buongiorno amici, e non affanniamoci per nulla. Cristo ci invita ed essere forza per gli altri. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il frustino di Dio”. Amen.

 

 

Pensiero del mattino di Mercoledì 17 Agosto 2016

San_Giuseppe_Moscati_JPerché fare aspettare?

Essere un professionista e lasciar desiderare il servizio della propria professione servirà a poco. Infatti Dio ha scelto delle persone per aiutare ed altre per servirsene. Tutti siamo anelli di congiunzione che hanno bisogno l’uno dell’altro. Evitiamo di usare la nostra professione per metterci su un piedistallo, per usarla come potere. Qui, su questa Terra, nessuno conta perché tutti abbiamo bisogna di qualcun altro. Noi perdiamo la nostra preziosità se chiudiamo la porta a chi ha bisogno. Il mestiere e la professione più nobile è dire sempre: “eccomi fratello, sorella, amico. Cosa posso fare per aiutarti e non vederti soffrire?”. Vale più una disponibilità che essere il miglior professionista del mondo. Ma il Signore aiuta sempre chi ha bisogno: per un tuo “no” indifferente, sono pronti mille “si” d’amore. Non preoccupiamoci d’altro se non del fatto di aver detto “no” a chi ne ha bisogno. Buongiorno amici sempre in allegria di pace. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il rischia tutto per il bene di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di Martedì 16 agosto 2016 – San Rocco

san_rocco_e_il_canePuò capitare…

Il buonumore nasce da dentro il nostro cuore. Non diamo troppo retta al nostro sistema nervoso, alla logica; sappiamo bene che lì tutti siamo suscettibili e vulnerabili. Capita anche di sbagliare, ma ciò non significa che dobbiamo smettere di amare e perdonare. Accettiamo tutto per amore e non sfidiamo chi è abituato ad altri modi di pensare. Tutti noi possiamo avere dei giorni negativi e rispondere maleducatamente, ma questo non deve influire sulla stabilità dei rapporti umani che abbiamo. Sono giorni di festa, sia per i santi che per i diavoli, ed essi festeggiano e girano a loro modo: i santi per aggiustare, i diavoli per sfasciare!!! Perciò, bisogna pregare incessantemente come ci ha detto Gesù. Buongiorno amici, se abbiamo le traveggole storte, diciamoci un bel Padre Nostro con le braccia allargate, con lo sguardo rivolto verso il cielo;  il sorriso fiorirà e tutto passerà. Vi benedico.

Auguri a tutti quelli che si chiamano Rocco e Rocchina.

Diacono don Emilio Cioffi, “il secchiello dell’acqua santa di Dio”. Amen.

Pensiero del mattino di Lunedì 15 Agosto 2016 Assunzione della Beata Vergine Maria al Cielo

AssunzioneAuguri a tutte le Assunte.

Cosa cerchiamo per stare meglio, forse i soldi? Forse una vita più tranquilla? Chi di noi potrà dire “mi sono assicurato il futuro” se non colui che ha fede, che si è affidato a Dio? Non diamo retta alle brutte parole che ci vengono dette; guardare in alto ci porta a sperare, a vedere al di là dei nostri capricci; guardare in alto significa avere nostalgia della nostra provenienza, più che mai oggi che la Chiesa ci ricorda che un’umile Donna di nome Maria è stata assunta in cielo per essere faro a chi si perde in questo mondo di tempeste. Consiglio utile da non sottovalutare: dopo aver fatto tutto, non dimenticate di onorare Maria, andandola a trovare in chiesa e partecipando alla Santa Messa. Così sicuramente avremo santificato il ferragosto 2016. Buongiorno amici e buon divertimento con Gesù e Maria. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il venditore di ombrelloni di Dio”. Amen.

Meditazione della XX Domenica del Tempo Ordinario  14 Agosto 2016

rosarioSuscitate e animate quei cuori freddi che non sanno più amare. Perdonate e consigliate, portate gioia ovunque siate!  Non trattenetevi dall’ essere misericordiosi, gli uni verso gli altri. Cristo è venuto a portare la luce dove manca, a portare speranza dove c’è guerra, a separare il bene dal male. Siate costanti nella preghiera ed assidui nella carità. Non perdetevi d’animo  dinanzi alle ingiustizie, la vittoria di Cristo è parte finale di ognuno di noi.

Piccolo pensiero mariano.

“Figli miei, non è giusto che date più forza e ascolto al male. Non è giusto che pensiate che il bene farlo non è necessario. Perché ascoltate più i consigli dei malvagi che  la parola di mio Figlio? Come potete invocare l’aiuto di mio Figlio se non mi riconoscete come Madre? Il male sta prendendo forza, ma mai prevarrà nel regno di Dio, dove un giorno vi accoglieremo tutti. Perciò siate in quelli che hanno avuto pietà e misericordia del proprio fratello. Ave Maria.”

Buona domenica e correte a messa. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il fango secco di Dio”. Amen.

 

Pensiero del mattino di Sabato 13 Agosto 2016

GesùDi cosa fidarci?

Amici, vi prego, ritorniamo a Dio! Non lasciamo che la violenza, i vizi e il libertinaggio diventino padroni della nostra vita. Torniamo ad essere fedeli a Dio e alla sua legge. Non andiamo alla ricerca di grandi cose, ma viviamo sobriamente, senza mettere al primo posto la ricchezza del proprio io. Il povero di spirito vive alla giornata, per questo è suo il regno dei cieli. Satana esiste e noi non dobbiamo cadere nella sua trappola. Questa entità vuole impossessarsi del nostro corpo, poi della nostra mente, poi della coscienza e per finire della nostra anima per farci bruciare nel fuoco eterno. Vale la pena essergli amico? Torniamo sui nostri passi e facciamo tornare Dio in noi come unico padrone della nostra vita e nostra unica salvezza per la vita eterna. Buongiorno, amici. Godiamo questa santa giornata anche con tre gloria al Padre. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il tramezzino di Dio”. Amen.