Pensiero del mattino di giovedi 26 aprile 2018

La bugia…

A chi di noi, per tenere l’equilibrio tra persone, non gli è toccato dire qualche “bugia bianca” per evitare “guerre”?! Poi c’è chi ha usato la bugia per farsi dare ragione! C’è anche chi per farsi strada ne ha raccontate tantissime di bugie, e a volte a discapito del proprio prossimo. Chi può dire “io non ho mai detto bugie!” Amici, ormai è un malessere generale della società, la bugia ha preso il posto della verità e pur di aver ragione fa del tutto per non trovare ostacoli. L’amico della bugia si chiama: tradimento. Come possiamo vedere la nostra società é marcia, si è distaccata dalla sincerità; la bugia è più di moda e la più votata dalla maggior parte di noi, mettendosi in competizione con la verità. L’uno contro l’altro, ecco cosa crea la fallace bugia. Ognuno cerca di proteggere la propria bugia per restare a galla. Chiediamoci: fino a quando reggeranno i “nobili bugiardi”? Amici, amiamo la verità perché è l’unica arma che terrorizza i bugiardi; loro non sono coraggiosi e si smascherano da soli. Bisogna essere tutti più veritieri perché la verità è la base della nostra fede e Dio si compiacerà di chi ama la Santa Verità. Buona giornata a tutti, amici che sapete difendere la verità. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il piccone” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledi 25 aprile 2018.

La superficialità. Immaginiamo per un attimo di scoprire che tutti quelli che reputano di possedere la verità assoluta, quei governanti che insistono di essere la ragione pura, assoluta… Sotto la loro pelle curata, con le migliori creme estetiche, nascondono un mostro!!! Mostro che sa nascondere la propria bruttezza con maschere e lifting costosi e proibitivi all’umile. Amici, non diventiamo come queste anime perse, per colpa della loro prepotenza, che sanno ben coprirsi, facendosi belli fuori, ma dentro sono brutti come velenosissimi serpenti! Si, anime belle di Dio, questi fanno paura seriamente perché di certo non scherzano contro i semplici e portano la povertà all’estrema fatica. Carissimi costoro sono capaci di trasformare la ragione in falsità, la luce in buio, la carità in indifferenza assoluta! Perché allora continuare a credere in loro, perché continuare a dargli importanza, perché continuare a frequentarli se devono far stare male? Nulla si può se Dio non c’è! Buona giornata amici simpatici! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il fazzolettino di carta” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 24 aprile 2018

Resistere… Non facciamoci venire strane idee, cerchiamo di essere più presenti davanti al Signore. Non trasformiamo una semplice discussione in un litigio furibondo. Valutiamo sempre ciò che diciamo cercando di evitare banali discussioni che potrebbero danneggiare i rapporti. E’ molto facile vivere nella semplicità, basta non pretendere ciò che non è possibile ed avere calma e determinazione: sono questi gli elementi fondamentali che formano la persona. Cristo Gesù non si è lasciato convincere dalle tentazioni, ma le ha combattute con umiltà. Resistiamo al male, resistiamo alle provocazioni, resistiamo agli insulti, resistiamo alle discussioni che non portano frutti; pensiamo quant’è bello essere vivi anche quest’oggi! Godiamoci la vita ringraziando sempre il buon Dio. Buongiorno, amici, auguro a tutti una carezza totale per vivere in pace. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il Tavor” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 23 aprile 2018

Cerchiamo sempre il bene. Contiamo sempre sulle nostre forze, non deleghiamo altri a fare ciò che dovremmo fare noi personalmente. Il tempo passa e passa velocemente, ci sono cose che per forza dobbiamo fare direttamente per non incappare in una delusione. Ecco perché è necessario, sempre, nella difficoltà, chiedere a Dio la forza per realizzare quello che non riusciamo a fare; soprattutto usiamo quel dono che ci è stato dato gratuitamente, cioè il buon senso. Con questo dono è possibile fare ciò che sembra difficile realizzare, un po’ di pazienza e andare avanti per amore di Dio! Buongiorno amici, Vi auguro ogni bene possibile da immaginare. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il tempista” di Dio. Amen.

 

Meditazione spirituale del 22 aprile domenica “Gesù Buon Pastore”

Raduniamoci intorno al Cristo Risorto. Troviamo la strada per arrivare ai pascoli erbosi dove le Grazie non mancheranno mai. Cristo, pastore di questa Chiesa terrena, è sempre presente nell’Eucarestia, non allontaniamoci da Essa. Non diventiamo pecore disperse, ma pecore che annunciano e testimoniano il Vangelo. Lasciamoci tosare dal padrone delle pecore, facendo ciò ci renderà liberi e puri dal peccato. Piccola meditazione Mariana Figli amatissimi, troppi mali hanno preso potere nei cuori di tanti figli dispersi, la forza dell’amore su questi figli è molto debole per ricondurli alla verità. Il male ha fatto presa sopra di loro ed è sempre più difficile ricondurli a Dio. Pregate affinché mio figlio Gesù, Buon Pastore, tocchi il cuore di ognuno di loro. Molto presto il peccato farà più rumore del solito. Amate la Parola e benedite i vostri nemici. Buona domenica a tutti amici, vi ricordo che la Messa domenicale è importantissima se vogliamo appartenere a Gesù e Maria. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “amo il crocifisso” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di sabato 21 aprile 2018

Restiamo saldi nella fede. Non abbandoniamo il nostro percorso spirituale per colpa delle prove che si presentano e che il buon Dio permette. A volte è necessario che si accetti anche la sconfitta, d’altronde non è il successo che ci fa diventare grandi ma il sapersi adattare agli eventi della vita. Rimaniamo accanto ai più deboli, a chi è stato allontanato dalla società che snobba l’onesto…. quelli di certo non hanno le chiavi del regno di Dio! Fortifichiamo il nostro carattere e diamo sempre lode a Dio e la voglia di sorridere e la gioia del vivere arriverà. Tutti conosciamo la “Caritas” pochi la usano… molti preferiscono non farla e scelgono la “Sanitas” per guarire i loro mali interiori. Amici, mai abbandonare la Santa Sincerità. Buona giornata di costante pazienza. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il garzone” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 20 aprile 2018

Cose straordinarie. Dedichiamoci di più alle cose che ci danno emozioni, a quelle cose semplici che solo attraverso le nostre mani, i nostri sensi, possiamo realizzare. Proviamo a fare qualcosa che ci possa dare un po’ di sollievo, come per esempio preparare dei vasi di fiori, accudire il giardino, creare intorno a noi l’ ambiente che ci fa stare bene e che fa stare anche bene! Proviamo a parlarci, a dirci quanto ci vogliamo bene, quanto siamo importanti; diciamo grazie per tutto quello che viene fatto per noi, proviamo ad incoraggiarci e a incoraggiare la nostra vita, arricchiamo la nostra casa, i luoghi dove viviamo. Amici, dobbiamo lavorare di più su noi stessi se vogliamo raggiungere maggior tranquillità. Se stessi sulle cose straordinarie e sicuramente non nella solitudine. Buongiorno, amici, vi abbraccio tutti e mi auguro che questa mattina possiate fare cose grandi, vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi,’il giardiniere’ di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledi 18 aprile 2018

Essere trasparenti.

Un povero, un semplice, un buono può mai portare gioia in un ambiente corrotto dove si progetta solo come fare soldi? Credo proprio che questi ambienti ostili non siano proprio adatti per chi vive disagi, secondo loro, inopportuni. Si, amici, dove c’è povertà sicuramente vi è passato l’uomo disonesto, dove c’è la mala sanità, la poca industrializzazione, sicuramente è arrivato un male peggiore, cioè l’uomo imbroglione! E per riparare tutto dobbiamo impegnarci nella legalità. Un detto dice: “Dio che vede provvederà a pagare tutti il sabato”! Impegniamoci a rispettare il bene comune, iniziando nelle nostre case per finire nei luoghi che frequentiamo, la libertà di ognuno è nel gestirsi bene secondo la propria inclinazione. Ricordiamoci che Dio non può amare chi si sente più grande di Lui. Molti di noi vogliono chiudere gli occhi su dove c’è sofferenza, non vogliono sentire pianti di dolore perché disturbano le loro passioni e se per causa naturale dovesse arrivare anche a loro, l’indifferenza prevarrà: la ricchezza vale più del dolore. Il benessere sporco ha un prezzo: l’inferno per chi non si converte. Buona giornata a tutti amici, la vita va presa onestamente! Vi benedico.  

Diacono don Emilio Cioffi, “il viadotto” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 17 aprile 2018

Fingere di esserci quando la coscienza tace si è nell’oblio. Cosa crediamo di raggiungere senza la sincerità? In molti guai e disagi c’è la mano degli incoscienti, cioè coloro che vivono senza coscienza ed averci a che fare dev’essere dura, per chi coscienza invece ha. Proviamo a fare un profilo di queste persone e sicuramente ci accorgeremo che hanno gli occhi spenti, l’aria altezzosa, si credono grandi ed intelligenti, ma in realtà hanno tutto da perdere, perché Dio non agisce in loro! Sì, sono figli di Dio, ma agiscono come figli di satana e le loro opere cadranno a pezzi, siamone certi. Invece chi si accontenta del poco, onesto, non deve pensare minimamente a chi sta meglio. Noi siamo “tutto di Dio”, “TD” è il nostro logo e abbiamo una coscienza, ringraziando Dio, che ancora parla al nostro cuore! Lavoriamo in santa pace e senza pensare ad accumulare. Buona giornata di piccoli gesti d’amore. Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “il sempliciotto” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 16 aprile 2018

Tutti, bene o male, abbiamo qualcosa da mostrare: casa, terra, macchina… tutti abbiamo qualcosa di cui essere orgogliosi, però se tutto ciò che possediamo non ha vita, è spento e non produce frutto, è come avere una candela spenta nel buio della nostra avidità, che non dà emozione e non produce luce. Proviamo a prendere la candela della candelora e accediamola tenendola fra le mani; sicuramente proveremo gioia, poi spegniamola e vedremo la differenza di come siamo noi. Ebbene amici, che vogliamo fare, continuare a vivere una vita spenta? Credo che basta di essere causa di oscurità! Iniziamo a guardare un po’ intorno e a distinguere il vero col nostro modo di essere veri, giusti e santi. Immergiamoci nella Grazia di Dio per non essere spenti e privi di vita, la speranza si da’ per averla in tutto, così funziona se sapremo essere veri. Buona giornata di grande entusiasmo! Vi benedico.

Diacono don Emilio Cioffi, “l’alveare” di Dio. Amen.