Pensiero del mattino di sabato 10 febbraio 2018

Torniamo sui nostri passi, non scateniamo guerre fratricide per colpa del nostro stupido orgoglio! Non possiamo essere causa di giudizi sugli altri; mettersi contro i propri parenti e amici non è cosa gradita a Gesù, a meno che non dobbiamo difendere la verità, ma se si può evitare é meglio. Ricordiamoci che tutto ciò che abbiamo non è di nessuno, litigare per le proprietà non ci fa guadagnare il paradiso…per non dire di quelli che ne approfittano, peggio ancora, l’inferno degli avidi li aspetta, se non desistono! Ragioniamo di più, sopportiamo di più, perdoniamo di più e se necessario si fa finta di non capire, per quieto vivere. La salute è la prima cosa, il suo valore non ha prezzo. Viviamo in pace e se del bene possiamo fare, senza esitare, offriamo ciò che è possibile donare! Che bello essere riconosciuti come persone tranquille, belle e simpatiche! Viva chi sa amare senza recare danni! Buongiorno a voi che siete persone instancabili ed indispensabili per questa società malata. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “terremoto” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 9 febbraio 2018

Fortunato è chi ha Dio nel cuore! Chi Dio ha, paura non avrà. Dio è grande e misericordioso lento all’ira e immenso nel suo amore. Non ci tratta come suoi sudditi, ma ci serve e ci ricompensa secondo il nostro comportamento. Non rinuncia alle sue creature e con pazienza ci calma e ci rasserena. Non serba rancore, ma ci aspetta sempre col suo perdono. Dio non si vendica, ma agisce con misericordia verso i suoi nemici. Che cosa straordinaria che è Dio! Basterebbe desiderare una minima parte delle sue qualità e saremmo in un mondo magnifico dove tutti sarebbero più onesti, buoni e giusti. Purtroppo, per molti, Dio non esiste e questo porta tristezza nel cuore di chi Dio ha. Ancor peggio vedere la stessa mancanza nel cuore dei piccoli, che rispecchiano il luogo dove vivono. Famiglie intere che lottano per non far entrare Dio nelle loro case. Una guerra spirituale che porta conseguenze distruttive. Litigi divisioni, violenza e imbrogli all’ordine della vita… Cosa sarà di noi tutti domani? Il risultato è il frutto di quello che stiamo seminando! Morte e vita si combatteranno: “morte all’empio, vita ai buoni!” L’eternità è la risposta per ognuno. Buongiorno amici, “siate buoni, se potete”, vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “disturbatore” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di giovedi 8 febbraio 2018.

Proviamo ad immaginare di dover scalare una grande montagna per raggiungere la sua vetta e raccontare cosa si vede… sicuramente non potremo che restare meravigliati per il suo splendente panorama e proveremmo brividi di gioia, accompagnati da profondi respiri. Questa è la sensazione che scatena l’amore! Si, amici, innamoriamoci delle cose che ci fanno star bene e che fanno stare bene, l’amore viene da Dio e, come lui, è infinito: ce n’è per tutti! Tutti veniamo avvolti dalle ali dell’amore e nessuno può dire di essere stato scartato. Chi dice che riesce a vivere senza amore è un falso e quindi vive e fa vivere male. L’amore gira in tutti i cuori, a volte riesce a guarire le ferite lasciate dal tempo, a volte per il troppo amore diventa guerriero a difesa dei veri valori. Tutto gira intorno all’amore! La semplicità dell’amore è la chiave di vittoria sul male, e il male sarà sempre nostro nemico! Buongiorno amici del cuore. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il cardiologo” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di mercoledi 7 febbraio 2018.

Essere sinceri non è da tutti.
La sincerità ha un volto che brilla anche se sbaglia, perché chi è sincero si propone così com’è. La persona sincera non scappa, ma si confronta senza lasciare dubbi di sé. Chi incontra una persona sincera sicuramente è fortunato, perché non sarà mai tradito. È ovvio che il sincero può avere anche i suoi difetti, ma questo nulla toglie alla sua sincerità. La sincerità ha sempre da insegnare qualcosa di nuovo. La persona sincera ama incondizionatamente senza riserve ed è spontanea. Proviamo anche noi ad esserlo! Si, amici, se non lo siamo chiediamo al Signore di farci dono di questa grande dote! Riappacifichiamoci col nostro prossimo, la sincerità inizia col perdono! Buongiorno a voi tutti, creature belle di Dio! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il cerco l’essenziale” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di martedi 6 febbraio 2018.

Tiriamo le somme…

Valutiamo bene se quello che stiamo facendo vale la pena continuare a farlo… A volte è necessario anche abbandonare per non cadere in spese senza rientro. Quando si capisce che qualcosa non va bisogna troncare subito; tirarla per le lunghe può creare vortici che possono trascinare nel disastro, non solo l’economia, ma anche salute e affetti. Vale la pena continuare? Proprio no, perciò a volte non basta solo crederci, ma bisogna anche essere obiettivi. I danni che possono provocare gli affari sbagliati non si riparano più, se non presi per tempo. Mai sentirsi falliti del proprio lavoro, ma scopriamoci strateghi per non perdere tutto! Ogni cosa va salvaguardata, perché è prezioso specialmente quello che si è fatto con sacrificio. Non vanno dimenticate quelle persone che come noi, fanno tantissime rinunce per evitare fallimenti o crack economici; perciò prima che possano affossarci affari sbagliati, il consiglio è di prendere provvedimenti, anche se ci perdiamo qualcosa. Dio ci mette in guardia dal facile guadagno! Buongiorno amici del mattino, vi auguro molta fede! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, “il realistico” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di lunedi 5 febbraio 2018.

Messi alla prova….

Se non si è sicuri di una persona alla quale vorremmo dare la nostra fiducia, per conoscerla meglio basta fargli capire ciò che crediamo e pensiamo di lei, e lì se la persona è sincera continuerà l’amicizia altrimenti, messa alla prova, prenderà altre strade. L’ ingratitudine non può essere un freno a fare del bene. Impariamo ad essere più chiari con i nostri interlocutori! A volte ciò che può sconvolgerci può recare beneficio nella crescita spirituale di ognuno. La fiducia, per chi ha un ruolo, va data, prove comprese. Ringraziamo il buon Dio se nel nostro cammino incontriamo persone che spronano, l’importante è rispettare le scelte di ognuno. Ora è il “nostro tempo” non sprechiamolo tenendolo muto e inattivo, ma lavoriamo per non cadere nella “botola” della delusione. Tutti siamo stati chiamati a vivere nella giusta libertà. Buongiorno a voi tutti, creature belle della terra! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi “il fango creato da Dio” di Dio. Amen.

Meditazione spirituale della Quinta Domenica del Tempo Ordinario – 4 febbraio 2018

Le tentazioni sono come le delizie dei primi frutti di stagione che fanno gola, e chi ne viene a contatto dovrà combattere per non cedere. A volte diventa una impresa ardua, specialmente per chi, poi, non è disponibile a perdonarsi e a perdonare. Tutti veniamo tentati, ognuno cerca di superare come può. Viviamo nell’attenzione del Vangelo! Nella pagina di oggi si legge che Gesù si isola per riflettere, meditare e pregare. Chi di noi non viene preso dal desiderio della tentazione? Ma il Signore non ci ha lasciati da soli, ha predisposto, per chi si ravvede, il Santo perdono. Dietro ad ogni tentazione c’è una finta gioia seguita dalla sofferenza, ma se siamo pentiti ci sarà l’abbraccio di Gesù. Sentiamoci sempre figli del cielo.

Piccolo pensiero Mariano

“Figli dell’amore del Padre abbandonate il malcostume, riprendete in mano la speranza, e per mezzo di essa, della sua forza, attraverseremo l’inferno del peccato, del castigo. Ognuno si apra all’amore; mio Figlio è sempre pronto a lottare per non farvi ammalare di solitudine, di amarezze, di vizi, di perdizione. Io sono la madre Sua e madre vostra, pregate così: “Sostienici, Vergine Maria, in questo nuovo meraviglioso giorno e così sia”.

Buongiorno, amici, e buona domenica a tutti, mettiamo in pratica la verità. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “seminatore” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino del 3 febbraio 2018 – San Biagio Vescovo.

Sei contento? 

La nostra curiosità a volte non riesce a trovare soddisfazione e, per evitare di essere esclusi, trasformiamo il poco che sappiamo in una bufala di stupidaggini. Perché dobbiamo interessarci dei fatti personali degli altri? Troviamo tempo per ogni tipo di “chiacchiere” ma non per pregare, sprechiamo tempo di casa in casa, ma mai una visita in Chiesa. Quando pensiamo di smetterla di essere pietra d’inciampo al nostro prossimo? C’è da dire che a volte è necessario richiamare chi sbaglia, ma evitando di innalzarsi a giudici. Le giuste osservazioni non disturbano le persone oneste, al contrario, chi é in malafede non accetta rimproveri. Tante sono le cose che non vanno, elencarle sarebbero troppo. Purtroppo queste anime turbolente sanno solo come danneggiare la società. È tempo di impegnarci di più nella serietà, nel rispettare e realizzare cose buone per portare beneficio al luogo dove viviamo. Scriviamo un cartello con una semplice frase che dice: “IN QUESTO LUOGO È VIETATO ESSERE CATTIVO. ” Buona giornata a tutti amici, sforziamoci di rendere migliore questa società! Vi benedico.

diacono Don Emilio Cioffi, il “cartellone pubblicitario” di Dio. Amen.

Pensiero del mattino di venerdi 2 febbraio 2018 – Presentazione di Gesù al Tempio.

Guardati…

Da come ci vestiamo così verremo valutati, si, perché questo tempo è il tempo dell’apparenza, dall’essere eleganti e professionisti del trasformismo, come “giocolieri della propria vita” …e della vita altrui, bravi a celare ogni difetto. Tutto questo può sembrarci normale ma non è così. Ciò che siamo è dentro di ognuno, basta cercarsi con più introspezione e scopriremo chi realmente siamo. Non dev’essere un trauma se non siamo come chi vorremmo essere, Dio non ha usato la clonazione, ma ha soffiato in ognuno il soffio della sua passione d’amore per ciascuno. Perciò smettiamo di credere che nasconderci dentro a dei costosissimi vestiti ci dia maggior valore! “Vestire firmato” non appartiene all’umile che riesce, anche con il vestito e le scarpe del mercato, a sorprendere sempre tutti, attraverso linee pulite ed essenziali. Buona giornata a voi che vi ricordate di andare a prendere la candela della candelora, in chiesa! Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “fortunato” di Dio. Amen

Pensiero del mattino di giovedi 1 febbraio 2018

 Un po’ di gratitudine…

Perché ci dimentichiamo di persone che ci hanno fatto del bene, senza pretendere nulla se non un po’ d’affetto? Perché abbandonare chi ci ha dato affetto, sicurezza e tutta la loro disponibilità, magari sacrificando anche il loro stesso tempo per curare la nostra persona? Perché fare finta che queste persone non esistono più? Che grande mancanza facciamo a chi privandosi di tutto, per farci fare una vita dignitosa, ha cercato di indirizzarci sulla giusta via. Perché voler distruggere, annientare e dimenticare chi ha garantito per noi? Da quale civiltà proveniamo, dalla cultura dell’indifferenza? C’è proprio da pensare che nulla può sostituire la buona educazione nobile e signorile, semplice e leale, perché chi l’ha recepita la saprà ridare, chi invece ha pensato solo a sfruttare vuole solo! Amici sleali ricordiamoci che mai e poi mai dovrà essere dimenticato chi si è privato di molte cose per amore! Buona giornata fratelli in Cristo. Vi benedico.

diacono don Emilio Cioffi, il “senza tetto”, di Dio. Amen.